16 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

24 evasori totali scovati in 5 mesi dalle Fiamme Gialle. 203 i milioni evasi

CronacaProvincia

23 giugno 2014, 16:58

24 evasori totali scovati in 5 mesi dalle Fiamme Gialle. 203 i milioni evasi

Nei primi 5 mesi dell’anno la Guardia di Finanza di Rimini ha scovato ben 24 evasori totali recuperando a tassazione oltre 32milioni di euro. In totale sono state 222 le verifiche e i controlli fiscali con 203 milioni di euro non dichiarati e 21 milioni di Iva evasa. 17 le segnalazioni all’autorità giudiziaria.
Le frodi carosello hanno portato a 27 denunce con 190 milioni evasi e 37 milioni di sequestri per equivalente di beni mobili e immobili.
I controlli in materia di scontrini e ricevute sono stati invece 903 in 5 mesi, 325 le irregolarità (una su tre) e 5 i provvedimenti di chiusura emanati.
420 i lavoratori in nero o irregolari scoperti (di questi 330 nell’ambito dell’operazione “Black Night”) e 12 i datori di lavoro sanzionati.
Per quanto riguarda gli affitti in nero sono stati recuperati a tassazione oltre 93 mila euro.
In materia di sprechi e irregolarità nell’amministrazione della cosa pubblica sono in corso numerosi accertamenti anche su delega della Corte dei Conti e finora sono stati accertati danni erariali per circa 6,5 milioni con 13 soggetti denunciati.
Gli accertamenti condotti nel contrasto alla criminalità organizzata hanno permesso invece di sequestrare o proporre per il sequestro oltre 19 milioni di euro di beni mobili ed immobili.
In tema di riciclaggio sono state verificate 307 segnalazioni sospette con violazioni per 17 milioni, 48 denunce e 8 arresti (3 ai domiciliari).
Obiettivi puntati anche su reati come corruzione e concussione con 10 denunce e 7 milioni sequestrati.
Infine il traffico internazionale di droga: l’Operazione “100% ha permesso di individuare una raffineria di droghe pesanti e di sequestrare complessivamente 90 chili di eroina, 10 di cocaina, 2 tonnellate di marjiuana, e 5 chili di hashish. 8 gli arresti.

I primi 5 mesi 2014 della GdF nel dettaglio

. Contrasto all’evasione fiscale
Anche nei primi cinque mesi dell’anno, il Corpo ha intensificato la lotta all’evasione fiscale eseguendo 222 verifiche e controlli fiscali che hanno consentito:
– di segnalare, ai competenti uffici finanziari, recuperi a tassazione ai fini II.DD. di oltre 203 milioni di euro ed ai fini I.V.A. di oltre 21 milioni di euro;
– la segnalazione all’Autorità Giudiziaria riminese per reati fiscali di 17 contribuenti;
– l’individuazione di 24 evasori totali, soggetti completamente sconosciuti all’Amministrazione Finanziaria, con successivo recupero a tassazione di oltre 32 milioni di euro;

Con particolare riguardo:

– alle frodi carosello, sono stati denunciati nr. 27 soggetti per diverse ipotesi di reato in materia di imposte sui redditi e constatati elementi di reddito non dichiarati per un importo complessivo pari a circa 190 milioni di euro. Quantificata l’IVA evasa, sono stati eseguiti sequestri per equivalente di beni mobili, immobili, disponibilità finanziarie e autovetture per 37 milioni di euro ;

– all’evasione fiscale internazionale, che costituisce uno degli obiettivi principali preselezionati per l’anno in corso dall’Organo di Vertice, attuata attraverso molteplici condotte che vanno dalla fittizia residenza all’estero, alle stabili organizzazioni non dichiarate, a sofisticate manovre elusive quali il “transfer pricing”.

I controlli in materia di scontrini e ricevute eseguiti dall’inizio dell’anno sono stati 903; il 35,9% di questi (nr. 325) è risultato irregolare. A seguito di segnalazione per l’applicazione della sanzione accessoria, sono stati emessi dall’Agenzia delle Entrate ed eseguiti, dai Reparti dipendenti, nr. 5 provvedimenti di chiusura nei confronti di esercizi pubblici.

Sono invece 420 i lavoratori in nero/irregolari scoperti (di questi nr. 330 nell’ambito dell’operazione “Black Night”) e 12 i datori di lavoro verbalizzati.

Anche l’attività svolta nel settore degli “affitti in nero” nella provincia riminese, da sempre a forte vocazione turistica, ha permesso di segnalare, ai competenti uffici finanziari, recuperi a tassazione ai fini II.DD. di oltre 93 mila euro.

. Contrasto agli illeciti in materia di Tutela Spesa pubblica

In materia di sprechi e irregolarità nell’amministrazione della cosa pubblica sono in corso numerosi accertamenti sia d’iniziativa che su delega della Corte dei Conti e l’attività sinora svolta ha permesso di accertare danni erariali per circa 6,5 milioni di euro e la denuncia a piede libero alla locale A.G. di nr.13 soggetti.

. Contrasto criminalità organizzata e tutela mercato dei capitali

Gli specifici accertamenti sinora condotti nel contrasto alla criminalità organizzata hanno permesso di sequestrare o proporre per il sequestro all’Autorità Giudiziaria oltre 19 milioni di euro di beni mobili ed immobili.

Nell’ambito dell’attività posta in essere a tutela dell’economia legale, nonché al regolare svolgimento della transazioni finanziarie, rilevante impegno di forze qualificate è stato anche quest’anno posto nel contrasto:

– al riciclaggio attraverso l’approfondimento investigativo di 307 segnalazioni di operazioni sospette. L’attività svolta ha permesso di accertare violazioni alla normativa antiriciclaggio per oltre 17 milioni di euro e denunciare all’A.G. nr. 48 soggetti con la conseguente esecuzione di n.5 ordinanze di custodia cautelare in carcere e n.3 agli arresti domiciliari ed il sequestro di beni per un valore complessivo di oltre 7,5 milioni di euro;

– alla Criminalità economica, cercando di valorizzare, attraverso approcci investigativi trasversali, le informazioni acquisite nell’esecuzione di rilevanti quanto delicate indagini di P.G. delegate richiedenti specifici approfondimenti tecnici di polizia economico-finanziaria per risalire agli illeciti in materia di riciclaggio ( vgs Operazione “Perla di Cristallo”), frodi carosello ( vgs Operazione “Machiavelli”) o di reati societari e fallimentari ( vgs Operazione “Giano”).

Sotto questo profilo, in cui è stata rilevata una forte contiguità dei reati fallimentari/societari e contro la P. A. con l’evasione fiscale, il riciclaggio, l’usura, la corruzione e le frodi carosello, le attività ispettive condotte nei primi 5 mesi del 2014 hanno confermato che i raffinati sistemi di frode scoperti sono stati sempre approntati con il contributo ed il diretto coinvolgimento di spregiudicati professionisti.

Pertanto, particolare attenzione investigativa verrà sempre più riservata all’individuazione di strutturate ed insidiose condotte di riciclaggio, che spesso si avvalgono dell’ausilio di insospettabili “colletti bianchi” e/o di “schermature” giuridiche (trust, fiduciarie, società anonime) per ostacolare l’individuazione dei beni di provenienza delittuosa.

Tale impegno investigativo ha già permesso di eseguire 22 interventi, denunciare alla locale A.G. nr. 53 persone e sequestrare beni mobili ed immobili per un valore pari a circa 18 milioni di euro.

Con particolare riferimento ai fenomeni corruttivi e concussivi, ottenendo risultati di assoluto rilievo: denuncia a piede libero di 10 persone e sequestro di beni per un importo complessivo di oltre 7 milioni di euro.

. Contrasto al traffico internazionale di stupefacenti

Nello sviluppo dell’Operazione “100%” l’attività di servizio sinora svolta ha permesso di individuare una raffineria di droghe pesanti e di sequestrare complessivamente 90 chili di eroina, 10 chili di cocaina, 176 chili di sostanza da taglio, nonché 2 tonnellate di marjiuana, 5 chili di hashish, nr. 1 gommone e nr. 4 veicoli, denunciare alla locale A.G. nr. 14 soggetti di cui nr. 8 in stato di arresto e segnalare al Prefetto numerosi assuntori di tali sostanze.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454