martedì 22 gennaio 2019
In foto: La squadra mobile di Rimini ha notificato ieri l'ordine di carcerazione a un 62ennne originario di Montecopiolo per il reato di usura. Era finito in manette per la prima volta nel 2011 nel corso di un'operazione della Finanza che aveva smantellato una rete storica dell'usura a Rimini.
di -   
lettura: 1 minuto
sab 26 gen 2013 12:15 ~ ultimo agg. 31 mar 14:56
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Si è trattato di una vera e propria cattura dell’uomo da parte delle forze di polizia, terminata nella tarda mattinata di ieri a Rimini nei pressi dell’abitazione del figlio, dopo
una serie di pedinamenti e accertamenti. L’uomo, nativo di Coriano, residente a Montecopiolo, ma di fatto senza fissa dimora, conclusa la vicenda processuale, deve scontare un residuo di pena di dieci anni di reclusione. Decine le vittime riminesi. Le denunce presentate ad oggi sono dodici, tutte relative a fatti avvenuti nel 2000 o poco prima, ma secondo gli inquirenti ci sarebbero altre persone che non avrebbero denunciato. La polizia ha diffuso anche la foto dell’uomo, che da ieri è rinchiuso nel carcere dei Casetti.

Si tratta per lui, come detto, di una pena residua. Era finito in manette nel gennaio 2011 a seguito di una vasta operazione antiusura della Guardia di Finanza. Era stato scoperto come lui e altre persone nascondessero l’attività di strozzinaggio dietro la facciata di pensionati con redditi da fame. Erano state 15 in totale le persone arrestate, tra cui diversi usurai storici di Rimini e Riccione: tutti con più di 60 anni, qualcuno anche più di 80. Erano finiti indagati anche il direttore di una banca e due impiegati di uffici protesti notarili che segnalavano agli usurai i clienti in difficoltà. Venne accertato che i tassi esercitati arrivavano fino al 260%. A seguito di quell’arresto, gli furono sequestrate conto corrente e quote societarie di tre supermercati.

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna