Indietro
domenica 1 agosto 2021
menu
Icaro Sport

Week-end a tutto Rugby sul campo di Rivabella di Rimini

di    
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
lun 22 ott 2012 18:02 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sabato 20 e domenica 21 ottobre, due giorni intensi per tutte le formazioni del Rimini Rugby: Civis a valanga sul Meldola, sconfitta con bel gioco per la Spy Rimini Rugby.

Ieri domenica 21 ottobre, hanno aperto le danze sul campo di Rivabella di Rimini i ragazzi della formazione Under 16 del Rimini Rugby che hanno incontrato i coetanei dell’Accademy Rugby. Il risultato di zero a 36, potrebbe apparire impietoso per i piratini, che invece nell’insieme si sono ben comportati in campo. L’andamento della partita si è deciso già nel primo tempo, quando i ragazzi di Rimini perdendo la concentrazione subiscono la prima meta, poi una scelta tecnica sbagliata forse fa il resto. I piratini si aggiudicano 5 mischie sulle 7 chiamate dal direttore di gioco, anche se poi perdono molti vantaggi in touche. Il primo tempo si chiuderà sullo zero a 17 e nel secondo tempo i romagnoli subiranno altre tre mete, nonostante il lavoro costante in mischia e le touche vincenti i punti d’incontro rimarranno ad appannaggio della squadra ospite.

Formazione Rimini Under 16: Fralassi, Morri, Migani, Bordoni, Casolari, Sacchetti, Raggini, Serafini, Villani, Fiore, Vargas, Sammarini, Monti, Sancisi, Khedri, Loconte, Alpi, Fabbri, Pavone, Zbrea, all. Leo.

Sullo stesso campo, nel pomeriggio, si è giocato i match valevole per la terza giornata del campionato di serie C tra Civis Rimini Rugby e Meldola Rugby.

L’incertezza sull’esito dell’incontro è durata appena una decina di minuti, la formazione di casa infatti, scesa in campo fortemente rimaneggiata, è apparsa molto concentrata e molto decisa a far suo l’incontro; anche gli esordienti scesi in campo ieri hanno saputo dare un cospicuo apporto, il risultato finale di 94 a 5 la dice lunga sul tenore dell’incontro, e va riconosciuta ai padroni di casa la capacità di mantenere costanti per tutta la durata della partita qualità e intensità di gioco.

14 le mete totali che hanno determinato il risultato finale di cui 5 segnate nel primo tempo da Sivelli, Orsini, Maccan Danilo, Velato e l’esordiente Squadrani, che con le 4 trasformazioni di Maccan hanno permesso a Rimini di chiudere la prima frazione sul 33 a 0. Chi si aspettava una ripresa più tranquilla è rimasto deluso poiché la Civis ha continuato a macinare gioco concedendo agli ospiti una meta intorno al decimo minuto del secondo tempo, ma segnandone altre nove rispettivamente con Trivisonne, Maccan, Frisoni, Velato, Frisoni, Sivelli, Velato, Cappellini e Maccan che ne ha trasformate altre 8, per un risultato finale di 94 a 5. Il miglior risultato di sempre nei dieci anni di storia del Rimini rugby, e il premio quale migliore giocatore della partita offerto dal Ristoro al Sasso d’Oro di Pietracuta, è andato al tallonatore del Rimini rugby Ettore Velato. La formazione del Rimini messa in campo dai coach Maccan B. e Ravalli : Racis, Frisoni, Sivelli, Masi, Squadrani, Maccan D., Cappellini, Trivisonne, Ferrillo, Mini, Orsini, Arlotti, Mastellari, Velato, Susini, Leonardi, Luzio, Cellini, Martinez, Siboni, De Stena non entrato Mangione.

Domenica prossima la formazione della Civis Rimini Rugby non scenderà in campo , per riprendere poi il 4 Novembre con la trasferta di Urbino.

Sul campo di Cesena nella mattinata di ieri si è giocata la seconda gioranta del campionato under 20. La formazione della Spy Rimini Rugby è uscita sconfitta dal match con i cugini cesenati anche se è stata capace di esprimere un bel gioco. Una bella partita che ha visto le due compagini affrontarsi a viso aperto, con molta fisicità e qualche errore. L’incontro è iniziato con una buona giocata alla mano degli ospiti vanificata sulla linea di meta da un in avanti, dopo diversi capovolgimenti di fronte è il Cesena che trova la segnatura ma trasforma, andando così in vantaggio per 5 a 0. Il Rimini soffre ma non molla e trova una punizione che capitan Baroni trasforma, per il 5 a 3 che chiuderà un primo tempo nel quale i padroni di casa hanno legittimato il vantaggio. Nel secondo tempo la Spy sembra più tonica e capace di costruire più gioco, Baroni ha nel piede la possibilità di effettuare il sorpasso ma non la sfrutta, e così nel momento migliore degli ospiti, sono i padroni di casa a trovare la meta che consente loro di giocare il tempo restante con più tranquillità, fallita la trasformazione, il risultato si fissa sul 10 a 3 e non cambia più, in classifica 4 punti per il Cesena ed 1 per la Spy Rimini rugby. La formazione messa in campo dalla coppia di coach Maccan B. e Maccan D. è stata la seguente: Frisoni, Pari, Catani, Doria, Filippi, Baroni, Pedrini, Sorci, Cantoni, Casadei, Berardi, Bacchini, Khedri, Lepenne, Vagnoni, Rando, Maggioli, Montanari, Fabbri, Stargiotti, Di Rubbo.

Sabato 20 ottobre, sul campo di Rivabella invece in ragazzi dell’Under 14 del Rimini Rugby si sono aggiudicati il primo concentramento della stagione

Sabato 20 ottobre alle 16,00 sul campo di Rivabella i ragazzi under 14 del Rimini Rugby sono impegnati nel loro primo concentramento della stagione. Il calendario li vedeva opposti alle formazioni dei coetanei del Forlì e dell’Alfonsine.

La prima partita vede opposta le compagine padrona di casa con i pari categoria del Forlì e si mette subito bene per il Rimini: l’estremo Ugolini trova un varco e dopo una galoppata di oltre quaranta metri è costretto a sfruttare il sostegno per il riacuzzarsi di un problema all’inguine che gli nega la soddisfazione di schiacciare l’ovale in meta e la possibilità di continuare la partita: 5 a 0 dopo pochi minuti dal fischio iniziale.

Il Forlì non ci sta e sfruttando qualche indecisione degli avanti riminesi riesce ad andare in meta e a trsformarla: 7 a 5 per il Forlì.

Il Rimini reagisce un po’ scompostamente, ma con la velocità dei tre quarti riesce a segnare la seconda meta e questa volta il calcio di trasformazione è preciso: il primo tempo si chude sul 12 a 7 per il Rimini.

Nel secondo tempo le due squadre si affrontano sul piano agonistico e le fasi di gioco si susseguono con tanta fatica e pochi risultati poi un guizzo su di un pallone che arriva all’ala mette in condizione il Rimini di segnare per la terza volta fissando il risultato finale sul 17 a 7.

Durante il secondo incontro, che impegna le due squadre ospiti e che vede prevalere il Forlì sull’Alfonsine, i “piratini” ritrovano concentrazione e lucidità e quando scendono in campo contro un Alfonsine che non ci sta a perdere anche la seconda partita del triangolare, devono usare tutta la loro determinazione per imporsi con un 24 a 5 in una bellissima partita di buon tenore tecnico e di grande sforzo fisico.

Per il Rimini sono scesi in campo: Fiore, Vacca, Nicolì, Mazzeo, Albaraccin, Bugli A., Cigni, Bugli G., Casalboni, Luga, Podestà, Bucci, Ugolini, Corcelli, Corso, Natalini, Di Benedetti, Fralassi.

A.S.D RIMINI RUGBY