Indietro
sabato 31 luglio 2021
menu
Icaro Sport

Volley C. Caffè Pascucci, intervista allo schiacciatore Matteo Benedetti

di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 23 ott 2012 11:44 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Matteo Benedetti ha ripreso da dove aveva lasciato. Pietra miliare nella salvezza della passata stagione, lo schiacciatore del Caffè Pascucci Rimini (serie C, gir. C) ha inaugurato il nuovo campionato alla stessa maniera del precedente, ovvero mettendo giù palloni su palloni. 11 i punti all’esordio col Porto Fuori (3-0 per i ragazzi di Caleri), 7 in più sabato in quel di Lugo (altro 3-0), dove si è aggiudicato a furor di popolo la palma di mvp.
“Forse sono quasi troppi – racconta scherzando il martello classe ’79 – però fa senz’altro piacere che i palleggiatori mi cerchino così spesso. Che dire, spero di continuare a mantenere questi standard”. Perché effettivamente, vuoi per la fiducia che ripongono Muccioli e Alessandri nei suoi confronti, vuoi per forze di causa maggiore, nell’ultimo match l’ex banda del Riccione è stato servito fino quasi al sovraccarico. “Quando siamo in attacco a 2 (palleggiatore in prima linea, ndr), avendo una seconda linea che non ha un’incisività elevatissima, penso poi sia normale andare sulle bande, soprattutto sulle palle rigiocate”. Altro aspetto da limare, sempre secondo Benedetti, la fase punto. “Nonostante ci siamo messi a posto, abbiamo buoni margini di miglioramento nella correlazione muro-difesa. Non è un caso che quando loro hanno iniziato a difendere, noi siamo andati in difficoltà”. Ma l’istantanea di questa prima trasferta dell’anno, più che qualche limite quasi fisiologico figlio di un’intesa ancora da affinare, mette in risalto la tenacia dei riminesi, capaci di fare propri due set, il secondo e il terzo, estremamente tirati. “La cosa più importante è che nel terzo, sempre particolare quando vinci i primi due, dopo che siamo andati sotto, anche di molto, abbiamo avuto le capacità tecniche e la forza per risalire contro una squadra più organizzata del Porto Fuori”. Malgrado la larga vittoria ottenuta nel precampionato, lo schiacciatore di Sant’Ermete preferisce non fidarsi del prossimo avversario, la Ventil System Marignano (sabato ore 18 al PalaRodari), sorprendentemente a punteggio pieno dopo i primi due turni. “Non saranno la stessa formazione disorganizzata e “sbagliona” che abbiamo incontrato in amichevole, e lo dimostrano i 6 punti. Saranno su di morale, non sarà facile”.

Gian Marco Porcellini
Ufficio Stampa Rimini Pallavolo