Indietro
menu
Economia Provincia

Osservatorio mercato immobiliare: prezzi stabili, Riccione la più cara

di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 22 ott 2012 13:32 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con il costo di un bagno in posizione centrale a Riccione ci si fa un appartamento a Casteldelci. Sono questi gli estremi oggi della provincia di Rimini. Nonostante si parli di prezzi finalmente in calo, quelli pubblicati dall’Agenzia del Territorio sono sostanzialmente gli stessi di un anno fa. Comunque interessanti da prendere come riferimento per chi vuol vendere o acquistare. Basandosi sulle quotazioni del residenziale civile nelle zone centrali, il picco è a Riccione, nella zona tra il salotto e il paese, con una forbice tra 3.900 e 7.100 euro a metro quadro, 100 euro in più delle quotazioni al Colle dei Pini. A Maiolo e Casteldelci ce la si cava invece con quote tra i 480 e i 700 euro.
A Rimini i prezzi più alti sono in zona viale Principe Amedeo, tra i 3.000 e i 4.500 euro, mentre il centro storico si attesta sui 2.500-4.100, stesse cifre di San Giuliano Mare.
Per scendere sotto i duemila si deve andare nelle frazioni lungo la Marecchiese o a Torre Pedrera sopra la Statale.
Tra gli altri comuni, i più cari sono Cattolica, 2.600-3.900, Misano 2.400-3.500, e Bellaria, 2.100-3.00. A Santarcangelo il valore è 2.100-3.000.
Per Morciano e San Giovanni 1.600-2.300, mentre il resto della Valconca si attesta sui 1.200-1.800. In Alta Valmarecchia solo Novafeltria supera i mille euro. Anche se i sette comuni, per l’Agenzia del Territorio, sono ancora sotto la provincia di Pesaro. Un passaggio in meno: a questo punto conviene metterli direttamente l’anno prossimo nella Provincia di Romagna.

www.agenziaterritorio.it

Notizie correlate