venerdì 19 luglio 2019
menu
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
mar 2 ott 2012 08:15 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Lo scontro, già manifestatosi in estate alla presentazione dei lavori del Fulgor, è tornato a riaccendersi ieri nel corso di una commissione comunale, convocata per parlare del futuro della Casa del Cinema di Fellini.

Villa ha rimesso sul tavolo l’offerta con cui si chiede di venire in possesso dei disegni e costumi del maestro in mano all’amministrazione. In questo modo, spiega la famiglia, il Comune riuscirebbe a coprire i debiti dell’associazione, attualmente in liquidazione. Ma l’assessore alla Cultura Massimo Pulini ha ribadito un chiaro no. “Per un ente pubblico non è possibile vendere un patrimonio artistico. Considero la proposta una provocazione”. L’assessore ha poi spiegato che l’amministrazione punta ad aprire un museo virtuale dedicato al Maestro nella Sala dell’Arengo nell’autunno 2013, in occasione dei 20 anni dalla scomparsa di Fellini. Un progetto per concentrarsi sul quale quest’anno non verrà tenuto il premio Fellini.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
"Piadina night" il 25 luglio

A Rimini arriva la Notte della Piadina

di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna