Indietro
menu
Provincia Sanità

Ausl: terzo mandato per Tonini, traghetterà verso azienda unica

di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 9 ott 2012 13:18 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il suo terzo mandato, prassi poco usuale, è visto dalla Regione anche come funzionale al percorso verso l’Ausl unica. Nella delibera è specificato che il mandato quadriennale potrà avere termine prima qualora si arrivi alla definizione dell’Azienda Usl della Romagna.
Il relativo decreto dovrà essere firmato dal Presidente Errani, dopo l’acquisizione del formale parere da parte dell’Ufficio di presidenza della Conferenza territoriale sociale e sanitaria.

Una decisione che soddisfa anche il presidente della provincia Vitali che ricorda come nell’attuale fase di riordino istituzionale sia importante garantire continuità nelle scelte strategiche e relazionarsi positivamente con gli altri territori. Anche dal punto di vista sanitario infatti si arriverà ad una Asl unica di Romagna ma, ricorda Vitali, è necessario tenere conto delle peculiarità delle aziende interessate e garantire e valorizzare le eccellenze.

L’Intervento di Stefano Vitali

“E’ nostro preciso compito- dichiara il Presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali- in una fase assai complessa sia dal punto di vista economico che della futura architettura istituzionale, tutelare più di ogni cosa i servizi sanitari e al cittadino nell’ambito dell’obiettivo già in parte realizzato delle politiche di area vasta. Il percorso per avviarci alla costituzione di una Asl unica dell’area romagnola è stato con chiarezza delineato nel corso di questi mesi. E deve essere un percorso eminentemente tecnico, cioè fondato sulle esigenze dei territori e sulla valorizzazione delle proprie eccellenze nel campo della sanità. In questo processo è ovviamente importante, anche per garantirne il migliore esito, tenere conto delle peculiarità delle Aziende interessate. Le buone riforme si realizzano quando si tiene assieme la chiarezza degli obiettivi alla conoscenza della realtà di fatto su cui si vuole incidere. E proprio l’obiettivo che ci poniamo di razionalizzare senza perdere qualità, richiede un approccio che sappia valorizzare le tante potenzialità positive presenti nelle nostre diverse esperienze territoriali. In questo senso è ottimale l’affidamento della conduzione di questo delicato processo al dott. Marcello Tonini, che meglio può interpretare le esigenze da contemperare in questa fase. Occorre, infatti, valorizzare il territorio riminese nel nuovo contesto garantendo la continuità delle scelte strategiche e degli investimenti effettuati e, al tempo stesso, una capacità di relazionarsi positivamente con gli altri territori coinvolti.
Per questi motivi, ringrazio il Presidente Errani e l’Assessore Lusenti per avere garantito le migliori condizioni per fare avanzare un processo tanto importante quanto complesso”.

Per l’assessore regionale alla Sanità Lusenti: “Con questa proposta mentre garantiamo all’Azienda Usl una guida solida ed efficace, intendiamo favorire il percorso che, una volta concluso l’approfondimento a livello locale, dovrà portare, se i Comuni e le Province interessate si esprimeranno in tal senso, alla identificazione dell’Azienda Usl della Romagna”. “La previsione di accorpamento di Province come previsto dalla normativa nazionale, e nel caso della Romagna della costituzione di una unica Provincia come previsto dal provvedimento assunto dalla Giunta e proposto all’Assemblea legislativa regionale, chiede infatti di accelerare una decisione sulla quale Regione ed Enti locali stanno ragionando da mesi. Non si tratta, sia chiaro di tagliare servizi, anzi, al contrario, si tratta di migliorare i servizi resi ai cittadini con un nuovo assetto istituzionale condiviso”.

Notizie correlate
di Redazione