Indietro
menu
Politica Rimini

Anche in Consiglio bocciata la fusione, uno schiaffo a Hera

di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 11 ott 2012 23:51 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un colpo di scena finale che chiude una settimana convulsa: fino a ieri pomeriggio, il Consiglio non era neanche stato convocato.
Astolfi di “Rimini per Rimini”, l’unico a votare si in commissione, ha cambiato il suo voto in un’astensione.
Un voto accolto con un applauso dal pubblico presente, tra cui molti dei manifestanti che nel pomeriggio fuori dall’aula avevano esposto striscioni contro la fusione.
Un voto che non cambierà la sostanza delle cose, visto che nell’assemblea degli azionisti di lunedì a Bologna la fusione avrà tutti i numeri per essere approvata, ma che rappresenta politicamente una forte espressione critica nei confronti di Hera, che si aggiunge a quella di Forlì, anche da parte dello stesso PD i cui consiglieri a Rimini si sono espressi con libertà di voto.
Un’operazione che non convince, ha detto il sindaco Gnassi, ribadendo di non dover rispondere a nessun ordine superiore dai vertici di partito.
Una presa di posizione di cui alla fine hanno dato atto, dopo interventi dai toni fortemente critici, anche Pazzaglia (SEL FC) e Casadei (Lega), che auspicano sia l’inizio di una nuova fase di confronto.

(Newsrimini.it)

Notizie correlate
di Redazione