martedì 22 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
mar 18 set 2012 13:30 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Una stagione, quella del Teatro Tiberio, che riparte tra conferme e novità. La prima è l’ampliamento di dirette e differite dedicate all’Opera e al balletto che partono domani alle 19.30 con i racconti di Hoffman dall’Operà di Parigi (nuova entrata di quest’anno). Poi si prosegue con gli spettacoli dalla Royal Opera House di Londra e dalla Scala di Milano. 45 euro l’abbonamento per ciascuna delle sezioni (opera e balletto) che consenono al Tiberio, insieme al cinema per i più piccoli della domenica pomeriggio (al via dal 7 ottobre con Lorax – il guardiano della foresta), di restare in un mercato fatto ormai solo di multisale.
“Noi non ci scontriamo con i colossi – spiega Stefano Tonini, direttore del Cinema Tiberio – ma ci riteniamo complementari a loro.
Abbiamo un’offerta variegata fatta di cinema per i più piccoli, opera e balletto, cineclub ma anche incontri e conferenze. Non siamo una multisala ma una sala multieventi che ogni giorno offre qualcosa di diverso e ci piace pensare di essere dei promotori della cultura nella nostra città”.

Dall’11 ottobre torna anche l’appuntamento del giovedì con il cineclub Notorius che per avvicinare i giovani propone agli under 25 un abbonamento a 20 euro per 9 film. Da anni però si conferma comunque uno zoccolo duro di una 70ina di appassionati.
La sala da 170 posti si prepara poi a nuovi investimenti: unica tra le piccole rimaste nel riminese ad essere digitalizzata dal 2008, il prossimo anno dovrà investirne altri 70mila per un aggiornamento obbligato, visto che dal 2014 scomparirà la pellicola.
Poi, fondi permettendo, si cercherà di mettere in atto un restyling della sala in accordo con la soprintendenza visto che si tratta di un edificio con valenze storiche.

Il programma completo della stagione del Tiberio

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna