giovedì 24 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
gio 20 set 2012 15:43 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Responsabilità, ruolo dei datori di lavoro, sistema. Sono le parole chiave della prevenzione degli infortuni sul lavoro. A quattro anni dell’entrata in vigore del decreto legislativo 81/2008, esiste un quadro completo della Giurisprudenza in materia di responsabilità a carico di tutte le figure coinvolte a livello di sicurezza e tutela della salute sui luoghi di lavoro, sia sotto il profilo penale che civile. È dunque sempre più importante aggiornare le imprese.

“L’obiettivo base è quello di sensibilizzare la cultura la formazione nella sicurezza – ha dichiarato il presidente di Confindustria Rimini Maurizio Focchi – questo deriva dalla forte convinzione che il sistema di sanzioni è importante ma è una barriera finale prima deve venire lo sforzo delle imprese prima di tutto, quindi dei datori di lavoro e dei dirigenti di impresa, nell’aumentare la cultura tramite la formazione nella sicurezza”.

Gli ultimi dati indicano un calo del 10% degli infortuni in provincia di Rimini a fronte però di una forte diminuzione delle ore lavorate. Nel 2011 sono stati 7.457 gli infortuni denunciati all’Inail, la maggior parte nell’industria.

“I reati ci sono e quando ci sono infortuni sul lavoro quasi sempre c’è una regola violata. – afferma Paolo Giovagnoli, procuratore capo della Repubblica – Credo che ognuno debba fare la propria parte, mi sembra che anche Confindustria e imprenditori abbiano preso seriamente il tema che investire denaro nella prevenzione paga ed è vantaggioso”.

Altre notizie
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna