giovedì 24 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
mar 18 set 2012 11:09 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Detenuto per un altro reato nel carcere di Avellino, dove è stato raggiunto dall’ordinanza di custodia cautelare del gip di Rimini, Ahmetovic da oggi una versione differente dei fatti avvenuti il 19 marzo del ’97. Ahmetovic dichiara infatti di essere stato a casa di Iorio solo perché era il suo spacciatore, di essere entrato con le chiavi trovate sotto lo zerbino, di aver visto e toccato il cadavere giustificando così la presenza del suo dna sul corpo di Iorio, e di essersene andato dopo essersi lavato le mani e portando via uno stereo. Ahmetovic nega inoltre di avere avuto rapporti sessuali con la vittima e di aver confessato durante l’interrogatorio solo perché sotto gli affetti della droga.

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna