venerdì 18 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
gio 27 set 2012 13:03 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Le frodi più diffuse sono la sostituzione di una specie pregiata con un’altra somigliante, ma di minor valore e la vendita di prodotti decongelati come freschi e di allevamento come prodotti catturati in mare.

Con l’entrata in vigore del D.Lgs. 9 gennaio 2012, n. 4, Misure per il riassetto della normativa in materia di pesca e acquacoltura, sono state inasprite le sanzioni per le violazioni delle norme relative alla pesca, trasporto, detenzione, e commercio di prodotti ittici.
Inoltre, è stato attivato un sistema a punti che prevede per le infrazioni più gravi l’assegnazione dei punti al Comandante del peschereccio nonché alla licenza di pesca dello stesso, determinando, nei casi di recidività, anche la sospensione dei titoli del marittimo ed eventualmente la revoca definitiva della licenza di pesca.

Altre notizie
in un garage a santarcangelo

Scovato deposito di ricambi d'auto rubati

di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna