Calcio. Rimini-Vallee D’Aoste, il pregara di Luca D’Angelo

CalcioRimini Sport

22 settembre 2012, 14:00

Dopo le tre sconfitte incassate nelle prime tre giornate di campionato, il match di domenica, in cui il Rimini dovrà affronatare in casa la Vallee D’Aoste, “ha un’importanza notevole” come ha detto mister Luca D’Angelo nella sua conferenza stampa pre-gara “e noi dovremo cambiare marcia”.

“Siamo partiti con tre sconfitte ed è inevitabile che questo nella testa pesa, ma dobbiamo essere capaci di scrollarci di dosso questa situazione. Sappiamo quali sono gli errori che abbiamo commesso e dobbiamo cercare di evitarli, perchè domani è una partita estremamente importante. Dal punto di vista tecnico e atletico i ragazzi lavorano sempre molto bene. Quando però macano i risultati c’è il rischio che l’entusiasmo diminuisca e salga la paura. Io questa settimana ho cercato di tenere alto l’entusiasmo. Ce la possiamo giocare, come abbiamo dimostrato nella partita contro la Pro Patria, anche se, seppur in 10, potevamo reggere di più e meglio”.

Certa la defezione di Morga, appiedato dal Giudice Sportivo, saranno da valutare le condizioni di Taddei, Spighi, Zanigni e Gasperoni, tutti alle prese con problemi fisici. Il tecnico dei biancorossi scioglerà i dubbi sui quattro giocatori non prima di domani. “Taddei oggi si è allenato, dobbiamo vedere come reagisce, sperando che non gli si infiammi nuovamente il tallone. Spighi si è bloccato questa mattina per problemi alle caviglie. Zanigni e Gasperoni dovrebbero farcela almeno per la panchina”. Non essendoci Morga, esiste la possibilità che giochi Maio, “Molto dipende dal recupero di Spighi e di Zanigni. Se non ci sarà nemmeno Spighi avremo meno forza propositiva”. Sulle qualità che Mattia Maita ha dimostrato contro la Pro Patria, il tecnico ha detto “deve dimostrare continuità, ha caratteristiche diverse da Valeriani, Onescu e Marco Brighi. Ha meno corsa, ma è più regista di loro, un giocatore più ordinato con la palla”.

La neopromossa Vallee D’Aoste è una squadra sulla carta non destinata ai piani alti della classifica “Ma che comunque ha un punto più di noi, e che quindi finora ha fatto meglio di noi” precisa subito D’Angelo “l’unica cosa che conta per noi è la mentalità che metteremo in campo”.

Sul credito che la società ha dimostrato al mister biancorosso, non mettendolo mai in discussione, D’Angelo ha detto “L’unico modo per rispondere a questa grande fiducia è facendo risultati. Giustamente gli allenatori sono legati ai successi della squadra, che quindi devono arrivare. Il presidente Amati, Sama e Bravo sanno che il mio impegno e la mia dedizione alla maglia del Rimini sono totali, ma resta il fatto che nel calcio conta il risultato”.

“Dall’inizio del campionato Taddei e Morga hanno giocato insieme soltanto 55 minuti e, forse sarà un caso, ma in quei 55 minuti il Rimini aveva un passo mentale superiore anche alla Pro Patria. Il fatto che, una volta per infortunio, una volta per squalifica, non riescano mai a giocare insieme è stato determinante. Nel momento in cui potremo goderci Taddei e Morga insieme dall’inizio sarà un’altra storia. Però domani noi Morga non lo abbiamo e dovremo far andare le cose in maniera diversa lo stesso”.

(in foto, il tecnico Luca D’Angelo)

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454