19 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Bilancio: nuovi tagli ma aliquote invariate. Impennano le spese energetiche

Rimini

20 settembre 2012, 16:58

Bilancio: nuovi tagli ma aliquote invariate. Impennano le spese energetiche

Se le previsioni degli introiti dell’Imu dell’Amministrazione sono state sostanzialmente confermate, quelle del Ministero, non corrispondenti, faranno sì che ci siano nuovi tagli tra i due e i tre milioni. Per quanto riguarda l’assestamento di bilancio, che sarà votato in Consiglio Comunale la prossima settimana, si registra oltre un milione e mezzo in più di costi dal monitoraggio della direzione infrastrutture mobilità e ambiente, che aggiorna il totale da 14.100.000 euro a 15.613.000.
Il capitolo comprende voci come gestione e manutenzione degli edifici a canone, i consumi idrici ed energetici, i consumi dell’illuminazione pubblica, la gestione stradale in house providing e le spese per la gestione dei parcheggi.
La differenza arriva da stime troppo basse e aumenti sopravvenuti dei costi: per il metano più 34% ha ricordato l’ingegner Totti.
Spicca l’aumento per i consumi idrici, che dai 390.000 euro stimati a giugno passano a 703.000. La gestione del calore sale da 2.204mila a 2.778mila. 250mila euro in più per i consumi energetici. Scendendo nei singoli dati, vien fuori che il tribunale da solo quanto a consumi energetici costa 226mila euro, più della metà di scuole d’infanzia, elementari e medie messe insieme (400mila).
Un milione e mezzo che avrà un effetto limitato sul bilancio, ampiamente cautelativo in partenza, ma che dovrà essere preso come stimolo a una maggiore attenzione sui consumi e relativi costi. Ci sono anche alcune note positive, ricorda l’assessore Brasini: grazie ai tassi favorevoli ci sono minori costi per la gestione del debito che portano 650.000 euro e un’apertura sul patto di stabilità che permetterà di effettuare pagamenti alle imprese creditrici, al momento di 5 milioni, ma il Comune intende attivarsi per accedere ad altre aperture tramite la Regione.
Sul fronte dell’Imu sono inoltre allo studio nuovi sgravi (50 euro di esenzione in più) per invalidi oltre il 74% e per gli over 65 con reddito inferiore ai 9.000 euro. Agli sgravi sono allo studio per le onlus.
Per quanto riguarda i debiti fuori bilancio, si tratta di poco più di 50.000 euro: 34.000 per spese legali e 16mila per manutenzioni non preventivate di impianti sportivi.

(Newsrimini.it)
__________________________________________________

Sui maggiori costi per consumi ed energia, arrivano le critiche del gruppo consiliare del PDL, che interviene con una nota firmata dal capogruppo Giuliana Moretti comprensiva di frecciatina alla Franchini del 5 Stelle:

Questa mattina commissione su delibera salvaguardia di bilancio, delibera di routine che ha riservato qualche sorpresa.
L’assessore Brasini ha annunciato che la giunta è orientata ad accogliere in parte e in misura annacquata alcune delle proposte fatte dal PDL a Giugno, in sede di approvazione del Bilancio e regolamento della antipaticissima IMU.
Entro il 31 ottobre ne avremo la certezza. Si tratta di concedere agevolazioni alle ONLUS stimate attorno alla trentina nel territorio Riminese e un ulteriore sconto del 50 € a chi possiede una casa ed è invalido oltre il 75% e a chi ha più di 65 anni ed un reddito sotto i 9 mila euro.
Abbiamo iniziato con la notizia migliore per passare ad una sorpresa piuttosto sconvolgente.
La novità è che nonostante siano stati introdotti cambiamenti che secondo l’amministrazione avrebbero prodotto risparmi, come sulla cura delle strade, verde, illuminazione e gestione di calore, condizionamento e acqua, ci troveremo a dover fare a breve un assestamento del bilancio 2012 per fare fronte a 1.575.000€ in più di consumi del previsto.
Nella fattispecie un aumento di 300.000 € di consumi idrici, quasi 600.000 di gas e 300.000 di consumo energetico. Ci hanno assicurato che ci daranno le ragioni di ciò ma per ora siamo rimasti di stucco.
Poniamo in essere misure per risparmiare e otteniamo una lievitazione della spesa di un milione e mezzo.
Ci hanno garantito chiarimenti a breve ma quello che per ora sembra è che la situazione sia uscita dal controllo.
Quello che stupisce è che il movimento 5 stelle attraverso la consigliera Carla Franchini abbia reagito dopo tutto ciò con un astensione!!

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454