13 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Utenti in aumento ogni anno del 5 percento per il Dip. Salute mentale Ausl

Rimini

27 agosto 2012, 14:07

Utenti in aumento ogni anno del 5 percento per il Dip. Salute mentale Ausl

Fino al primo settembre torna la manifestazione sportiva “Esportiamoci”, organizzata dal Dipartimento di salute mentale dell’Asl di Rimini alla Marina grande di Viserba. Protagoniste persone che vivono l’esperienza del disagio mentale, impegnate in tornei di beach volley durante la giornata e in eventi culturali la sera. Da segnalare, mercoledì, la premiazione del consorso letterario “Insanamente”, evento patrocinato dal presidente della Repubblica Napolitano.

“Il dato dell’aumento dei disturbi mentali è mondiale. Si calcola che circa una persona su quattro nel corso della sua vita adulta soffra di un disturbo significativo” spiega Daniela Ghigi, Direttore del Dipartimento di Salute mentale dell’Ausl di Rimini: “Nel 2011 sono state visitate circa 5300 persone in provincia di Rimini. Registriamo ogni anno un aumento del 4-5%. Legato in parte alle migliori capacità diagnostiche e maggiore accesso delle persone ai servizi, in parte ad altri fattori. Uno di questi è la crisi, che incide. L’altro sono le migrazioni. Circa il 50% dei nostri utenti non sono residenti nei comuni della nostra provincia”.

Protagoniste della sei giorni a Viserba con “Esportiamoci” persone che vivono l’esperienza del disagio mentale, impegnate nei tornei di beach volley. 450 le presenze quest’anno. Ospiti anche persone provenienti da zone dell’Emilia terremotata. L’integrazione è il primo obiettivo della manifestazione, come del resto dovrebbe essere dello sport in generale. “L’ha riconosciuto ora anche il comitato olimpico internazionale ufficialmente, facendo iniziare ora le paraolimpiadi subito dopo le olimpiadi” osserva Gianluca Brasini, Assessore allo Sport comune di Rimini.

Anche il superamento dei pregiudizi nei confronti della malattia mentale è un obiettivo cui puntare. Un pregiudizio che continua ad emergere: per esempio dietro il titolo di un giornale. Anche la cronaca di questi giorni lo dimostra, con la notizia sulla sparatoria a Marina centro. Spiega Riccardo Sabatelli, responsabile del Modulo Riabilitazione Dsm Rimini: “Il raptus di gelosia è una definizione che scientificamente non esiste. Si fa troppo spesso accostamento tra violenza e salute mentale. Manifestazioni come questa servono a mostrare un aspetto spesso lontano dall’attenzione delle persone: la normalità di relazioni, che spesso riesce ad avere chi soffre di questi disturbi”.

La nota stampa dell’Ausl di Rimini:

Sono diversi anni che il Servizio di Salute Mentale di Rimini si impegna con progetti di promozione e prevenzione dello stigma sociale, attraverso iniziative di natura culturale e sportiva, andando anche incontro ad una gamma di bisogni degli utenti piampia rispetto a quella tradizionale. Si utilizza insomma la pratica dello sport per avviare un processo di aggregazione sociale che aiuti soprattutto chi, per ragioni diverse, si trova a vivere una condizione di isolamento e di solitudine. Lo sport diventa lo strumento che permette alle persone di ritrovare fiducia nella capacitdi stabilire con gli altri relazioni durature e sentirsi parte di un gruppo in cui ciascuno ha valore per ciche Ovviamente di sport non competitivo che si tratta, con una pratica, anzi, inclusiva a favore di tutti. Un modo insomma per 途imettersi in gioco soprattutto nella vita, come ha detto la dottoressa Daniela Ghigi, direttore del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche dell’A.USL, aprendo i lavori. Nel suo intervento la dottoressa ha espresso soddisfazione per la manifestazione, giunta alla sua XI edizione, e ha ricordato che 斗e prestazioni per patologie mentali nella nostra realtproviciale sono in aumento, in linea con in trend di tutti i territori, e anche perchvi una forte capacitda parte dei servizi di intercettare il bisogno. Quest’anno abiamo effettuato 5.300 visite a pazienti psichiatrici; sono circa 350 quelli che abbiamo in carico

Il progetto 摘sportiamoci nello specifico, col patrocinio del Comune e della Provincia di Rimini, e con alcune sponsorizzazioni, una manifestazione di carattere nazionale che affianca allo sport eventi culturali e di impegno sociale, come ha spiegato il dottor Riccardo Sabatelli, direttore dell’UnitOperativa 迭iabilitazione Psichiatricadell’A.USL. In quest’ottica, nel 2007 stata dedicata una serata alla proiezione, nella Cineteca Comunale di Rimini, del film 敵ridodi Pippo Delbono: una sorta di documentario, un viaggio in lambretta dell’attore regista e di Bob 鍍irato fuoridalle mura del manicomio, come scambio, non a senso unico, tra i due. Al termine della proiezione Delbono, presente, ha risposto alle domande del pubblico. Nel 2009 sono stati proiettati e commentati alcuni cortometraggi tra cui, premiato, 的l passo della formica Nel 2010 ci fu il travolgente ed emozionante concerto de 的 tamburi del Vesuviodi Nando Citarella. All’insegna de 的l linguaggio dell’integrazione teatrale l’edizione 2011: teatro come forma di contrasto del disagio sociale, al fine di valorizzare le risorse personali dei soggetti cosiddetti diversamente abili e favorirne quindi l’integrazione umana e civile.

L’evento di quest’anno Sport e letteratura nel quale si inserisce il premio letterario Insanamente con opere che prenderanno in considerazione la scrittura come terapia, necessaria per poter elaborare il disagio, e affrontare le difficolt Questo premio si suddivide in due categorie: racconti e poesia. La cerimonia per la premiazione sarnella serata di mercoled29, alla presenza del presidente della Provincia di Rimini Stefano Vitali. Altro appuntamento, la proiezione del cortometraggio 典ornare a volaredi Ivan D’Al realizzato a Prato attraverso una collaborazione tra operatori sociali, mondo della scuola, terzo settore e utenti dei servizi psichiatrici. Come sempre la manifestazione si svolge presso lo stabilimento balneare Marinagrande: una scelta non casuale. Non solo perchlo stabilimento in grado di fornire i necessari servizi legati allo svolgimento, ma anche perchdimostra particolare sensibilitper l’abbattimento dello stigma e, con le tante presenze turistiche che conta, aiuta ad ampliare la 田ontaminazionedi queste idee anche fuori dal territorio riminese.

Anche quest’anno sono circa 350 le persone che arrivano a Rimini per 摘sportiamocie che potranno usufruire di un programma ricchissimo. Tra esse un gruppo di Modena, i cui componenti vivono ancora in tendopoli, e che a Rimini potranno fare un po’ di giorni spensierati e di mare. Il programma. Da domenica 26 agosto a sabato primo settembre, alterneranno alle partite in spiaggia, mattina e pomeriggio (in cui davvero l’improtante sarpartecipare e divertirsi – e non vincere) ai momenti di socializzazione, la sera, nel caffdello stabilimento balneare. Pinel dettaglio, nella serata di marted28 la tradizionale festa di accoglienza in spiaggia La sera dopo, sempre dalle 21:00 la premiazione di Insanamente in collaborazione con Fara Editore e la sponsorizzazione del Lions Club di Cattolica, con il conferimento delle medaglie della Presidenza della Repubblica a cura del presidente della Provincia Stefano Vitali. Nella serata di gioved30, riscossa solidale incontro e discussione con le persone colpite dall’ultimo sisma dell’Emilia Romagna. Venerdproiezione in spiaggia di tornare a volaree sabato mattina ancora partite, pranzo a buffet in spiaggia quindi i saluti.

Ad organizzare il tutto, mettendoci anche del suo, Fernando Monte, infermiere del Dipartimento di Salute Mentale, il quale ha ricevuto l’elogio della dottoressa Antonella Santullo, Direzione Tecnica Infermieristica dell’A.USL: 撤ersone come lui ce ne vorrebbero tante. Soprattutto di questi tempi in cui dobbiamo interrogarci sempre di pisu come fare per attivare una positiva prevenzione nei confronti dei giovani rispetto a stili di vita sani e ad una giusta integrazione con le persone diverse e che hanno problemi

A sottolineare il tema dell’integrazione nella citte con la citt anche l’assessore allo Sport del Comune di Rimini Gianluca Brasini: 鼎redo che il vero spirito olimpico della partecipazione sia proprio questo: fare sport per integrarsi. Ed questo anche lo spirito col quale le Istituzioni patrocinano ad iniziative come questa, che una manifestazione diversa dal solito, ma proprio in questa diversitrisiede il suo valore aggiunto

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454