mercoledì 16 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
gio 30 ago 2012 14:16 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Argomento su cui diversi consiglieri, non solo dell’Idv, si erano spesi durante la campagna elettorale. “E’ giusto riconoscere che solo questa Amminitrazione ha avuto il coraggio di affrontare il problema seriamente per trovare una soluzione condivisa tra le parti>” rileva Montanari.
Una proposta di delibera per richiedere al Tar di Bologna un sollecito per definire la questione è stata presentata dal consigliere dell’IDV Brunori a maggio, spiega ancora il segretario, e negli scorsi mesi è stata sollecitata la macchina comunale per avere una relazione dettagliata dai tecnici comunali per rideterminare la tariffa applicata.

Ad oggi però ci sono ritardi dovuti, risulta all’Idv, al fatto che alcuni dati fondamentali per la rideterminazione della tariffa previsti dal contratto sembra siano stati consegnati in ritardo all’ufficio preposto.
“Da informazioni ultimamente ricevute ci viene riferito che la relazione è pronta dal 25 agosto e che quindi oggi si puo’ finalmente interventire sulla tariffa, anche alla luce della sentenza del Giudice di Pace che ha dato ragione ad un utente che ha deciso di scollegarsi dal teleriscaldamento per installare una caldaia di tipo tradizionale.
Supponiamo che alla luce di questa sentenza andra’ anche rivisto il regolamento utenti Peep (di competenza del consiglio comunale) con una modifica che potrà permettere gli utenti che lo desiderano di staccarsi dalla centrale di teleriscaldamento”.

Notizie correlate
di Redazione
Una vicenda che fa discutere

Arresti alla casa per anziani. I commenti

di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna