mercoledì 20 febbraio 2019
di    
lettura: 1 minuto
ven 17 ago 2012 13:03 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

“Fino a quando a Rimini e in altre città italiane l’evasione fiscale rimarrà prassi consolidata le cose non potranno mai cambiare in meglio”. Pazzaglia ricorda poi come dietro l’evasione si nasconda sempre il lavoro nero.

Contro il fenomeno servono azioni clamorose secondo il consigliere, che propone di fare come nel Regno Unito, dove il Fisco ha deciso di pubblicare le foto degli evasori.

“Il Governo italiano a nostro parere dovrebbe prendere esempio in questo caso proprio dall’Inghilterra e cominciare a pubblicare le foto degli evasori nostrani. Un modo semplice e diretto per far conoscere ai tanti cittadini onesti i nomi e i volti dei ladri del Fisco.

Alla facile obiezione in difesa della privacy rispondiamo che di fronte alla media percentuale di evasione riscontrata nella nostra realtà (60%), di fronte a centinaia di operatori turistici (bagnini e albergatori) che dichiarano redditi zero, di fronte a centinaia di evasori totali il diritto alla privacy può tranquillamente andare a farsi benedire”.

Altre notizie
di Andrea Polazzi
Notizie correlate
Alla fiera di Rimini

Sabato apre Beer Attraction

di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna