mercoledì 23 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
mer 8 ago 2012 13:08 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Pironi non nega il problema ma ricorda il costante monitoraggio, i dati di Arpa che confermano l’assenza di problemi per la balneazione e assicura: entro il 2015, quando le norme europee sulla balneazione saranno ancora più stringenti, si correrà ai ripari.
“Purtroppo la qualità non è alta non solo nell’ultimo tratto, ma in tutto il percorso del Marano” – premette il sindaco – “Gli interventi riguardano in particolare il controllo, per quanto ci riguarda, degli scarichi, e su questo il monitoraggio è attento e almeno in questo momento non risultano scarichi non autorizzati.
E poi c’è l’apporto del depuratore: quest’anno l’impianto ha già avuto un investimento di sei milioni di euro per riqualificare e migliorare la sua qualità. Abbiamo chiesto una progettazione ulteriore per una vasca di laminazione per creare le condizioni affinché anche nei momenti di maggiore quantità di acqua, soprattutto quando arrivando precipitazioni improvvise, il depuratore non debba andare in bypass, superare i passaggi tecnici classici e trovando un percorso più breve.
Questo
– prosegue Pironi – comporterà un investimento di ulteriori 10 milioni che chiederemo sia inserito nell’ambito degli investimenti alla nuova agenzia regionale che ha superato l’ATO e quindi trovarci pronti per il 2015 per l’ulteriore attenzione che verrà data alla balneazione.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna