martedì 22 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
mar 28 ago 2012 13:57 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Lei lo aveva lasciato quando era incinta. Da quel momento erano iniziate le persecuzioni. Un padre ed un compagno ferito che non ha mai accettato la fine del rapporto con la ex dalla quale aveva avuto una bambina. Si erano conosciuti nell’albergo di lui in cui lei aveva lavorato. Dopo sette anni di persecuzioni, fatte di pedinamenti, minacce (a lei e al nuovo compagno), telefonate insistenti, la donna che si era rivolta alla questura, aveva ottenuto il provvedimento di ammonimento il 13 luglio scorso.
Solo tre giorni dopo l’uomo aveva ripreso a molestarla. L’aveva raggiunta sul posto di lavoro (attualmente la donna è cameriera a Riccione) e l’aveva insultata. Il 20 luglio aveva raggiunto lei ed il suo compagno in un ristorante mentre pranzavano. Li aveva anche seguiti in spiaggia per giorni, costringendoli a chiamare la polizia. In un’occasione aveva spinto il nuovo uomo di lei, facendolo cadere. Un’altra volta l’aveva seguita mentre accompagnava la figlia a fare i compiti dalla maestra e l’aveva fatta cadere dalla bici. La donna ha anche raccontato che il padre non versava l’assegno di mantenimento per la figlia.

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
Notizie correlate
di Silvia Sanchini
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna