giovedì 24 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
gio 2 ago 2012 14:30 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Scalo che, come è noto, sta affrontando una situazione finanziaria non proprio facile. Un appello che arriva a poche ore dal consiglio comunale tematico di Rimini proprio su Aeradria. La Petitti rammenta anche come i soci pubblici stiano provvedendo “con sollecitudine” ai versamenti per l’aumento di capitale.

“Fra le sfide che in questi anni attendono il nostro territorio e il nostro Paese – scrive la Petitti – abbiamo certamente di fronte quella degli aeroporti. Secondo i dati del nuovo Piano nazionale degli aeroporti il traffico, che nel 2011 ha registrato in Italia oltre 149 milioni di passeggeri, potrebbe raddoppiare entro il 2030, sfiorando i 300 milioni di passeggeri per anno. L’aeroporto Fellini è da tempo già inserito in questo trend, con il 14,8% di passeggeri in più anche nel primo semestre di quest’anno rispetto allo stesso periodo 2011, e 12 paesi in crescita per l’incoming”. “L’aeroporto “Fellini” di Rimini è un’opera strategica, e i soci pubblici stanno provvedendo con sollecitudine ai versamenti per l’aumento di capitale. Ma uno sforzo maggiore per sostenere l’attività dello scalo riminese è necessario anche dagli operatori privati che traggono beneficio dall’indotto economico generato. Il “Fellini” è l’aeroporto del sistema Rimini, e tutto il sistema deve essere chiamato a contribuire, in base alle proprie possibilità e ai vantaggi che dal “Fellini” derivano”.

Notizie correlate
di Redazione
di Maurizio Ceccarini
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna