lunedì 21 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
mer 8 ago 2012 13:20 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Meno di due anni fa era stata celebrata la festa per il mezzo secolo dell’edificio più alto di Rimini, con l’iniziativa “Grattacielo 50”. C’erano state una serie di concerti e una mostra fotografica, oltre a una spettacolare arrampicata sulla facciata. Oggi continuano a far notizia le situazioni di degrado di una parte dell’edificio, (vedi la notizia dei 33 bengalesi in due appartamenti).

Tante anche le cause aperte per il supercondominio: si va da quella con una ditta per una maxi pubblicità che doveva essere affissa sulle facciate laterali, ma che una mancanza di permessi aveva bloccato, a quella, più datata, con una ditta di ascensori che non era stata pagata perchè un amministratore del passato era scappato con la cassa.

Ma parte dei condomini non rinuncia a sperare in una rinascita. Il primo atto potrebbe essere il consiglio di condominio in programma domani sera. A sentire alcuni di loro, tra cui Claudio Cardelli, musicista, tra gli organizzatori di Grattacielo 50, sarà il primo atto di una fase nuova. Sarà il primo consiglio dopo il cambio dell’amministratore e la nuova nomina dei membri del consiglio. “Siamo ottimisti, speriamo in un vento nuovo” dice Cardelli, che parla di un “restauro visibile” a cui si sta pensando. Insomma, si potrebbe discutere di ristrutturazioni esterne dell’edificio.

(NewsRimini.it)

Altre notizie
di Redazione
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna