lunedì 21 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
gio 9 ago 2012 12:15 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La sede era stata subito evacuata e la polizia aveva effettuato un sopralluogo al termine del quale era stato verificato che nell’edificio non c’era alcun ordigno.

L’uomo che aveva effettuato la chiamata aveva ricevuto decine di multe dai vigili, che in parte aveva pagato: gliene restavano da saldare una decina. Tutte sanzioni dovute a infrazioni del codice della strada. La polizia si era fatta dare dai vigili i nominativi di persone che avevano molte pendenze con la Municipale e analizzato le centinaia di chiamate in entrata al centralino quel giorno. Incrociando i dati sono arrivati all’uomo che, convocato in Questura, si è presentato col suo avvocato e ha subito confessato. L’uomo ha portato con sè anche una documentazione medica che attesta la sua condizione, dovuta a una malattia contratta in età adulta. Il magistrato però ora dovrà stabilire se l’episodio possa considerarsi a questo connesso. E’ stato denunciato per procurato allarme.

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna