mercoledì 11 dicembre 2019
menu
Rimini

Adrimob, mobilità sostenibile tra le due coste. Novità e difficoltà del progetto

di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 28 ago 2012 16:32 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Un mare che unisce e non divide. Da anni si parla delle possibilità dell’Adriatico, come alternativa alla strada, per i trasporto passeggeri. Il progetto Adrimob coinvolgendo i principali porti dell’Adriatico, sia su sponda italiana che croata, ha l’obiettivo di avviare una strategia integrata di trasporto sostenibile e favorire così il movimento di turisti ma anche di chi viaggia per lavoro. Un progetto che stenta a decollare ma che per il prossimo anno prevede alcune azioni che dovrebbero portare a risultati concreti, come per esempio il servizio di bike sharing, molto richiesto da chi sbarca, o il completamento di alcuni servizi multimediali.

Numerosi anche i problemi che bloccano lo sviluppo del porto canale di Rimini come punto di sbarchi e imbarchi. Andrebbe rivista, tra le altre cose, la dogana, oggi relegata in un container, ma anche lo stesso sistema di accoglienza. In crescita comunque, anche se lieve, i passeggeri. 4mila quelli sbarcati nel 2011 e 6mila quelli imbarcati.

“C’è un incremento perché la gente ha capito che il mare è un sistema di trasporto concorrenziale anche dal punto di vista dei costi”– ha dichiarato l’assessore provinciale alla Mobilità, Vincenzo Mirra.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna