giovedì 17 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
mar 17 lug 2012 16:05 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

900 milioni di tagli per la sanità quest’anno, 1,8 miliardi il prossimo e 2 miliardi nel 2014. Sono i numeri contenuti nel decreto legge sulla Spending Review pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Cifre che vanno a sommarsi ai 700 milioni di tagli nel 2012 per le Regioni a statuto ordinario, che diventano 1 miliardo per il 2013 e altrettanti per il 2014. Facile capire allora come sia in atto una vera e propria levata di scudi contro il provvedimento che, continuando nell’elenco, prevede anche 500 milioni in meno per le province nell’anno in corso che cresceranno ad 1 miliardo nel 2013 e nel 2014. E poi i comuni che vedranno venir meno 500 milioni quest’anno, 2 miliardi il prossimo e altrettanti l’anno seguente. Di fatto su 15 miliardi previsti dalla manovra, oltre il 70% lo pagano gli Enti locali. Cifre che fanno sobbalzare gli amministratori comunali e provinciali e che spingono a trovare soluzioni per risparmiare, ma anche sopravvivere. E’ tornata quindi a tener banco la questione della provincia Romagna dopo l’accelerazione impressa ieri dal Pd con il vertice dei segretari delle tre province. I tempi per la fusione, dando un primo sommario sguardo al decreto pubblicato in Gazzetta, potrebbero essere rapidi: l’articolo 17 del decreto prevede che nell’arco di una decina di giorni il consiglio dei ministri fissi i paletti per soppressioni e accorpamenti basandosi sulla popolazione residente e l’estensione geografica. I Consigli delle autonomie locali regionali avranno poi 40 giorni per elaborare le proposte di accorpamento e ne serviranno altri 5 per trasmettere la proposta al governo che nei successivi 10 giorni acquisirà il parere delle Regioni. Dopo 20 giorni dall’entrata in vigore della legge sulla Spending Review, le Province saranno quindi soppresse o accorpate. E visto ci sono 60 giorni per la trasformazione del decreto in legge, i tempi sono veramente stretti. La fretta, come si dice, è una cattiva consigliera ma in questo caso le alternative sembrano poche.

Newsrimini.it

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna