venerdì 18 gennaio 2019
di    
lettura: 3 minuti
lun 23 lug 2012 14:24 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
3 min
Print Friendly, PDF & Email

Con il ritiro pre campionato a Sant’Agata Feltria, il San Marino inizia ufficialmente la sua avventura in Prima Divisione.

Oggi la squadra, insieme alla staff tecnico e a quello dirigenziale, si è presentata alla stampa prima di partire per il ritiro. Una rosa ancora da completare, come ammette lo stesso presidente della società biancoazzurra Danilo Pretelli, ma che ha già visto alcuni cambiamenti: “Abbiamo soprattutto deciso di ringiovanire la rosa”. L’organico, quindi, non è ancora del tutto definito, ma “i ritocchi si faranno in base alle esigenze e alle possibilità economiche. Inoltre aspettiamo risposte definitive da parte della Lega. Comunque, secondo me, questo qui è già un gruppo competitivo” conclude Pretelli.

Il primo a mettere l’accento sull’argomento che sta più di ogni altro tenendo banco in questi giorni, ovvero la difficile situazione che le società stanno vivendo a causa delle incertezze che ci sono in Lega, è patron Germano De Biagi: “E’ la classica situazione all’italiana, c’è ancora confusione, i gironi non sono ancora stati definiti. Noi speriamo di partire bene, meglio dell’anno scorso. Anche se abbiamo chiuso in bellezza, infatti, lo scorso anno, a un certo punto del campionato, qualche dubbio ci era venuto. Sognare un’altra promozione non costa nulla, ma è importante che la gente venga allo stadio. Abbiamo una squadra importante e ambiziosa, che dovrebbe avere un pubblico adeguato. Alla fine della scorsa stagione la gente allo stadio era aumentata: speriamo di ricominciare da lì”.

E a chi domanda quali sono gli obiettivi di questo San Marino, l’ex presidente biancoazzurro risponde ironicamente “Salvarci, come l’anno scorso!”.

Danilo Pretelli riprende e approfondisce il tema delle difficoltà che le incertezza della Lega creano, e lo fa chiamando in causa lo sfogo del presidente del Rimini Biagio Amati di ventiquattr’ore prima: “Amati si è preso una grande responsabilità e ha avuto un gran coraggio a dire quello che ha detto: è infatti indubitabile che l’incertezza che c’è in Lega mette in grossa difficoltà le società dal punto di vista dell’organizzazione. Sarebbe più politicamente corretto stare zitti, ma trovarsi all’inizio della preparazione senza sapere la composizione dei gironi, gli under obbligatori, le modalità di ripescaggio, crea complicazioni”. Poi il presidente del San Marino fornisce un’interpretazione personale a questa situazione: “Forse il fatto di togliere questi riferimenti è un invito a puntare sui giovani a prescindere, e non in base al tornaconto economico. Noi abbiamo colto questo messaggio”.

Anche mister Petrone commenta alcune delle eventuali modalità di riforma circolate in queste settimane: “Secondo me è assurdo che una squadra che gioca in Prima Divisione possa essere retrocessa in serie D. Non si può retrocedere di due categorie. Se questa sarà la modalità che attuerà la Lega, le squadre che retrocederanno faranno sicuramente ricorso. D’altra parte non è giusto nemmeno giocare in un campionato senza retrocessioni. Inoltre ritengo non abbia senso nemmeno che il ripescaggio debba essere pagato: le cose vanno conquistate sul campo. Credo che l’anno prossimo molte società non riusciranno ad iscriversi e quindi ci sarà una selezione naturale”.

Mister Petrone non si sbilancia sul campionato che lo aspetta: “Dobbiamo solo partire. Per noi lo spirito e l’attaccamento alla maglia devono essere prioritari, i colori biancoazzurri devono entrarci nell’anima. Dobbiamo essere positivi e propositivi fin dal ritiro e se alla squadra manca ancora qualcosa lo valuteremo in questi giorni.”

Prima fatica stagionale per il San Marino che questo pomeriggio, dopo essere giunto nel ritiro di Sant’Agata Feltria, ha sostenuto il primo allenamento agli ordini di mister Mario Petrone – si legge poi in una nota arrivata in redazione nella serata di lunedì -. Dopo un breve riscaldamento, i biancazzurri hanno effettuato una seduta tecnico-tattica. Tutti i 26 convocati hanno preso parte, senza alcun problema, all’allenamento. Domani doppia seduta: alle 9.30 quella atletica, alle 16.30 quella tecnico-tattica.

Sergio Cingolani
addetto stampa San Marino Calcio

Altre notizie
di Icaro Sport
FOTO
Notizie correlate
Calcio D girone F

Sammaurese-Jesina 1-1

di Icaro Sport
di Roberto Bonfantini
FOTO
di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna