mercoledì 21 agosto 2019
menu
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 17 lug 2012 13:16 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Sarà una corsa fino al playball per recuperare gli infortunati, ma la testa non è a questo. La testa è al campo, alla partita, a tre serie da vincere per approdare nuovamente in finale scudetto e conquistare quel titolo che è orgogliosamente nelle mani e sulle casacche della T&A. Quello Scudetto tricolore che arricchisce maglia e bacheca, ma che non può essere difeso con la storia. Va onorato in ogni turno di battuta, in ogni inning, in ogni partita. Si giocano i playoff e la tensione sale subito perché è tempo di derby tra seconda, San Marino, e terza, Rimini. Serie che scatterà domani sera allo stadio dei Pirati e si trasferirà a Serravalle venerdì e sabato. Tutte le gare inizieranno alle 21 -si legge in una nota ufficiale della società sammarinese-.

Doriano Bindi, come sta la squadra?
“Siamo pronti e non vediamo l’ora di scendere in campo, è un derby ma sono soprattutto playoff: siamo in ballo e vogliamo fare il meglio possibile. Dal punto di vista clinico? Abbiamo ancora tempo per verificare lo stato di salute di tutti fino in prossimità di gara1, valuteremo bene ogni situazione e poi tireremo le somme su chi sarà statopossibile recuperare e chi no”.

Dall’ultimo weekend è uscito un secondo posto, come lo commenti?
“Va bene lo stesso, eravamo a una vittoria dal primato e ci sarebbe piaciuto raggiungerlo, ma c’è anche da dire che in ogni caso abbiamo vinto due partite su quattro con Rimini e Bologna senza i nostri due catcher titolari. Cingolani s’è comportato bene, m’è piaciuto e ha fatto un ottimo lavoro. Sono contento. Adesso però voltiamo pagina e pensiamo ai playoff”.

Rimini l’abbiamo vista di recente…
“Non erano in un buon momento ma non possiamo fare affidamento unicamente su quelle tre partite. Ogni gara è diversa dalle precedenti e loro sono un’ottima squadra, l’hanno dimostrato per tutto il campionato”.

Domani subito Cruceta contro Rodriguez…
“Cruceta ha iniziato molto bene la stagione e poi ha avuto qualche difficoltà ma i numeri parlano per lui. Poi ci sono Marquez, Corradini, Patrone, tutti pitcher che conosciamo e che sono di eccellente livello. Anche Di Felice naturalmente, che ha gran curriculum”.

Che playoff saranno?
“Equilibrati fino alla fine. Difficile che una delle quattro squadre coinvolte riesca a fuggire subito in classifica, ma stiamo a vedere. Si deciderà all’ultimo, noi siamo pronti”.

(nella foto, il manager della T&A, Doriano Bindi)

Altre notizie
di Icaro Sport
di Icaro Sport
di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna