Baseball. T&A-Pirati, anche garadue va ai titani (10-3)

BaseballSan Marino Sport

7 luglio 2012, 08:38

Baseball. T&A-Pirati, anche garadue va ai titani (10-3)

Una partenza drammatica condanna i Pirati alla sconfitta nel secondo appuntamento del derby con la T&A (10-3), con i neroarancio che, a meno di clamorose rimonte, devono dire così addio anche al primo posto in classifica – si legge sul sito ufficiale della società riminese -. In garadue sul diamante di Serravalle, iniziata poco prima delle 22 a causa della pioggia, Roberto Corradini dimostra di non apprezzare affatto tale ritardo e incappa in una serata davvero negativa, tanto da essere costretto a scendere dal monte addirittura al secondo inning, con i riminesi già sotto per 0-5 (poi divenuto subito 0-8 sul fuoricampo di Mazzuca sul neo entrato Patrone). Dopo essere stata messa in ginocchio dal pessimo avvio, poi, la squadra di Catanoso non ha più avuto la forza per risalire la china, complice pure qualche scelta azzardata sulle basi (ben tre gli eliminati nel tentativo di guadagnare un cuscino in più nei primi cinque inning). Se a questo si aggiungono poi anche un paio di occasioni sprecate con le basi piene negli ultimi attacchi, ecco spiegato il risultato finale, con i Pirati che hanno raccolto molto meno rispetto a quanto prodotto nel box (9 valide, di cui un paio per De Biase e Maza, con doppi per lo stesso terza base – autore anche di 2 rbi – e per Chiarini).

In pedana, detto della brutta prova di Corradini (ip 1.2 h 7 bb 1 so 1 er 7), è andato decisamente meglio Patrone (ip 5.0 h 3 bb 2 so 3 er 1), con rilievo finale per Cherubini (ip 1.1 h 1 bb2 er 0).

Sabato sera, alle 21, i Pirati saranno chiamati a salvare almeno in parte la serie, con la sfida sul monte tra Marquez e Da Silva.

La cronaca
Rimini può recriminare subito in apertura, quando Chapelli manca clamorosamente la presa sulla facile volata di Maza, consentendo così al terza base neroarancio di arrivare fino in seconda. Peccato però che lo stesso Maza si faccia cogliere fuori base, con il successivo singolo di Persichina che serve così soltanto ad aumentare i rimpianti. Chi non perdona, al cambio di campo, sono invece i padroni di casa, con Avagnina che riceve quattro ball da Corradini e Yepez che batte valido. Il doppio a destra di Duran significa quindi 2-0, con il singolo di Chapelli che vale il tris.

Al secondo, purtroppo, i Pirati si ripetono, se è vero che, dopo aver battuto valido, Chaves tenta di completare il giro dei sacchetti sul singolo di Suardi, ma il “taglio” della difesa sammarinese non premia il rischio dell’hawaiano. E così, ancora una volta, è la T&A a punire subito i regali dei neroarancio, con Reginato che apre il secondo attacco dei padroni di casa con un doppio a destra, sul quale Chiarini tenta senza fortuna la gran presa in tuffo, e poi viene spinto a casa dalla volata di Bittar (4-0). Le valide in successione di Avagnina, Yepez e Duran, oltre a siglare il quinto punto dei titani, mettono anche fine alla brutta serata di Corradini, rilevato da Patrone. La storia però non cambia, perché ad accogliere subito il neo entrato ci pensa Mazzuca con l’homer a destra dell’8-0.

Dopodiché non accade più nulla fino al quinto, quando i riminesi spezzano finalmente l’incantesimo, trovando comunque modo di recriminare nuovamente: dopo le basi a Suardi e Santora, infatti, la valida di Maza confeziona l’8-1 ma, nell’azione, lo stesso Santora viene eliminato nella corsa sulle basi.

Al settimo, comunque, i Pirati tornano a colpire, con il neo entrato Granados che concede tre basi ball (a Chaves, Spinelli e Santora) prima di incassare la volata di Maza (8-2). Peccato poi per lo strike out su Persichina che non riesce a dare continuità all’azione degli ospiti. Al cambio di campo, però, arriva immediata la replica dei padroni di casa, con Yepez e Duran che battono valido in successione. Sulla battuta di Mazzuca, poi, Persichina non raccoglie l’assistenza di Santora, con i neroarancio che riescono comunque a ottenere l’out a casa base. Sul lancio pazzo di Patrone, però, il nono punto dei titani diventa inevitabile.

Una ripresa più tardi, invece, i singoli di De Biase e Angrisano costringono Bindi a rilevare Granados con Ribeiro: il pitcher ex Bologna, però, concede la base sia a Suardi che a Spinelli per il punto del 9-3 automatico. Con i sacchetti carichi, purtroppo, la successiva rimbalzante di Santora è facile preda della difesa di casa. Puntuale, sul fronte opposto, giunge comunque la risposta dei sammarinesi, con Bittar che batte valido e Avagnina che riceve quattro ball da Cherubini. Sulla battuta in possibile doppio gioco di Pulzetti, però, Santora fallisce l’assistenza in prima, regalando di fatto alla T&A il punto del definitivo 10-3.

Dopo il 7-3, ecco il 10-3. Dopo il grande slam di Duran che aveva ribaltato una partita che s’era messa sulla via di Rimini, ecco il fuoricampo di Mazzuca che manda gara2 gli archivi ben presto, sull’8-0 al 2° inning – si legge in una nota della società sammarinese -.
Cambia il risultato (di poco) ma non cambia il vincitore di questo derby d’alta quota, con la T&A a fare doppietta e a mantenere ben salda la vetta della classifica in attesa che Bologna porti a termine il suo trittico (garadue con Novara rinviata per pioggia).

Sul mound di fronte c’erano Corradini e Cooper, con Chris a concedere solo un singolo a Persichina al 1° e il partente dei Pirati invece a subire subito le mazze sammarinesi. Il box della T&A è molto caldo e sfrutta nel migliore dei modi la base ball guadagnata da Avagnina con un out e il successivo singolo di Yepez. Duran, a questo punto, non mette insieme 4 rbi come la sera prima, ma il suo doppio ne vale pur sempre 2, il modo migliore per mettere sui binari preferiti un match di grande importanza come questo. Il singolo di
Chapelli porta a casa lo stesso Carlos per il 3-0, con l’inning che si ferma poco dopo ma con l’attacco T&A a diventare addirittura tempestoso nella seconda ripresa. Dopo aver eliminato a casa Chaves per il terzo out, San Marino si sfoga in battuta: Reginato al primo lancio centra un doppio, avanza sulla rimbalzante di Leone e va a segnare il 4-0 sulla volata di sacrificio di Bittar. Due out e basi vuote, ma le mazze dei Campioni d’Italia continuano a vedere molto bene Corradini e dopo i tre singoli di Avagnina, Yepez e Duran (5-0), il manager ospite Catanoso decide che è ora di cambiare. Dentro Sandy Patrone, davanti a lui Mazzuca.
Conto di 3 ball e 1 strike, splendido giro di mazza di Joe e fuoricampo dell’8-0.

Presto, prestissimo per darla per ‘morta’, ma alla prova dei fatti è quello che succede. La partita finisce qui, pur se il punteggio continua a muoversi. Al quinto due basi ball e il singolo di Maza consentono a Rimini di avvicinarsi (8-1). Al settimo, con Granados a rilevare un buon Cooper, arriva un altro punto dei neroarancioni: l’rbi è ancora di Maza, al quale questa volta basta una volata di sacrificio con i cuscini carichi (basi ball a Chaves, Spinelli e Santora) per far entrare la seconda segnatura, quella che fissa il punteggio a tabellone sull’8-2. Al 7° Duran segna su lancio pazzo il 9-2 ma la T&A chiude l’inning a basi piene. All’8° le valide di De Biase e Angrisano fanno scendere Granados, con Ribeiro, salito al suo posto, a concedere due basi ball che fanno entrare automaticamente il 9-3. Anche qui, però, come successo pochi istanti prima a San Marino, chi attacca chiude a basi piene.

All’8° ecco un’altra bella notizia di giornata, il primo turno in battuta del campionato per Giovanni
Pantaleoni. “Panta” finisce FF2”, ma quel che contava era riassaggiare il clima Ibl e rimettersi in gioco. Il resto verrà da sé. A seguire Bittar va col singolo, Avagnina prende la base ball e un errore fa entrare il 10-3.
È il punteggio finale, doppietta T&A.

IL TABELLINO
RIMINI–T&A SAN MARINO 3-10

RIMINI: Santora ss (0/3), Maza 3b (2/4), Persichina 2b (1/5), Chiarini ed (1/5), De Biase dh (2/5), Angrisano r (1/4), Chaves ec (1/3), Suardi es (1/2), Spinelli 1b (0/2).

T&A: Bittar ss (1/4), Avagnina es (1/3), Yepez (Pulzetti 0/1) 1b (3/3), Duran ec (3/5), Mazzuca 3b (1/4), Chapelli ed (1/3), Imperiali 2b (0/3), Reginato r (1/3), Leone (Pantaleoni 0/1) dh (0/3).

RIMINI: 000 010 110 = 3 bv 9 e 2

T&A: 350 000 11X = 10 bv 11 e 1

PRESTAZIONE LANCIATORI: Corradini (L) rl 1.2, bvc 7, bb 1, so 1, pgl 7; Patrone (r) rl 5, bvc 3, bb 2, so 3, pgl 1; Cherubini (f) rl 1.1, bvc 1, bb 2, so 0, pgl 0; Cooper (W) rl 6, bvc 6, bb 2, so 3, pgl 1; Granados (r) rl 1.1, bvc 2, bb 3, so 1, pgl 2; Ribeiro (f) rl 1.2, bvc 1, bb 2, so 0, pgl 0.

NOTE: fuoricampo di Mazzuca (3p. al 2°), doppi di Maza, Chiarini, Reginato e Duran.

(Photo Credit: Pier Andrea Morolli/SKCS Sport Images)

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454