Baseball. Pirati, con il Cariparma a caccia del riscatto

BaseballRimini Sport

11 luglio 2012, 22:46

Baseball. Pirati, con il Cariparma a caccia del riscatto

Per mettere in cassaforte il terzo posto (e magari provare a puntare pure al secondo). Ma, soprattutto, per cancellare la pessima prestazione offerta la settimana scorsa contro la T&A e presentarsi così ai play off con un umore ben diverso rispetto a quello del dopo derby – si legge sul sito ufficiale dei neroarancio -. Insomma, non sarà una “tranquilla” ultima giornata di regular season per i Pirati, attesi sul damante amico da un Parma che, al contrario dei neroarancio, non ha più nulla da chiedere a questo campionato.

“E’ vero, i ducali sono ormai fuori dai play off, però mi aspetto di incontrare una squadra tutt’altro che rassegnata – confessa Chris Catanoso –. Anzi, sono certo che il Cariparma verrà qua per ottenere il massimo. Gerali ha infatti a disposizione un gruppo di italiani molto forte e credo che, con un Sanchez in più sul monte da inizio campionato, il Parma avrebbe potuto lottare tranquillamente per uno posto nelle prime quattro”.

La serie contro i parmigiani scatterà giovedì sera alle 21 e resterà poi sul diamante di via Monaco anche venerdì e sabato, con play ball sempre alle 21. Sul monte, il manager riminese si affiderà allo stesso trio di partenti visto nel derby, con Cruceta di scena in garauno, Corradini nella seconda sfida e Marquez a chiudere il trittico sabato sera.

“I nostri tre lanciatori sono reduci da un brutto week end – ammette Catanoso – però credo che si sia trattato semplicemente di un episodio isolato e per questo meritano una conferma. Se poi qualcosa non dovesse funzionare penseremo anche a eventuali cambiamenti, ma per adesso è giusto continuare così”.

Per il resto, in garauno toccherà a Jack Santora difendere all’interbase, con Persichina in seconda, Spinelli in prima e Maza nell’hot corner. Con Suardi, Crociati e Chiarini a formare la linea degli esterni, sarà Angrisano ad accomodarsi dietro il piatto di casa base, con De Biase a fungere come al solito da designato.

“Per le altre due sfide ho delle idee in mente sulla formazione da schierare – è sempre il manager dei Pirati a parlare – però prima di decidere ci voglio pensare ancora bene e scegliere per il meglio. Di certo, da questo week end mi aspetto una pronta reazione dai miei ragazzi, non solo per la classifica, visto che abbiamo un terzo posto da difendere, ma soprattutto per questioni di mentalità. La squadra, infatti, sa di aver giocato male contro San Marino, così come è consapevole di quali siano gli aspetti in cui migliorare”.

A proposito del triplice ko rimediato con la T&A, Catanoso commenta: “Si è trattato di una serie iniziata giocando male e finita alla stessa maniera. Non so se c’entri la pausa, di sicuro in settimana abbiamo lavorato per mettere a posto tutto ciò che non ha funzionato. I partenti sono andati male? Si vince e si perde di squadra, per cui le colpe vanno addossate su tutti, staff tecnico compreso. Non sono preoccupato, un week end anomalo può sempre capitare e noi sappiamo di poter fare di più. In garadue, per esempio, siamo stati fin troppo aggressivi sulle basi, probabilmente perché c’era forte in noi il desiderio di riscatto. L’atteggiamento è quello giusto, però avremmo dovuto fare maggiore attenzione”.

Per quanto riguarda il Cariparma, invece, il manager Gerali dovrebbe rispondere in pedana con José Sanchez domani sera (4-2 il suo record con 2.43 di pgl), Burlea in garadue (1-2 e 5.69 di pgl) e Pizziconi nell’ultimo appuntamento (1-3 e 7.04). Con l’interbase Machado già rientrato in Venezuela, e senza neppure il ricevitore titolare Bertagnon, il diamante dei ducali dovrebbe vedere Scalera all’interbase, Ugolotti sul cuscino di seconda e Benetti nell’hot corner, con Giannetti come prima alternativa. Nel ruolo di catcher, invece, spazio ai giovani Lori e Maestri. Nel box attenzione a Osman Marval, alla caccia della tripla corona con .388 di media battuta, 41 rbi e 8 fuoricampo, un paio in meno del godese Sanchez. Sempre in attacco, bene anche Desimoni (.299) e Zileri (.292).

A livello di squadra, Rimini si fa preferire in tutti e tre i reparti del gioco. A iniziare dall’attacco, con il line up neroarancio che si è espresso finora con .275 di media battuta, terzo del campionato, mentre quello parmigiano insegue a quota .257. E se il monte dei Pirati concede mediamente 3.01 punti a partita, quello del Cariparma ne “regala” 4.84. In difesa, infine, 40 gli errori commessi dai riminesi contro i 65 del Parma.

Ai neroarancio, attualmente terzi in classifica con un bilancio di 26 vittorie e 13 sconfitte, basterà vincere almeno due gare per essere certi di mantenere la posizione. Per ambire alla seconda piazza del Bologna, invece, sarà necessario portare a casa la tripletta e sperare in uno “sweep” della T&A ai danni della Unipol.

(Photo Credit: Pier Andrea Morolli/SKCS Sport Images)

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454