mercoledì 23 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
dom 10 giu 2012 17:37 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Nella tarda serata di venerdì i carabinieri sono riusciti a recuperare in viale Vespucci a Rimini ben 80 borse da donna, con marchi contraffatti, poste in vendita da un cittadino straniero che, notando i militari, è fuggito abbandonando la merce.
Alle 6 di ieri mattina i controlli si sono concentrati sul parco Pertini a Rivazzura dove sono stati rintracciati alcuni cittadini senegalesi accampati in bivacchi di fortuna. Nasconti nei cespugli sono stati trovati 8 borsoni pieni di cd e bigiotteria.
Sempre nella mattinata di sabato, all’interno di un’abitazione di viale Regina Elena, i carabinieri hanno sorpreso 15 bengalesi, tutti regolari col permesso di soggiorno. Ognuno di loro aveva al seguito un sacco di plastica con 600 pezzi circa (tra giocattoli luminosi, cinture, bracciali in caucciù ed occhiali da sole) di merce non contraffatta. Sul posto, regolarmente affittato, sono intervenuti anche i sanitari dell’ufficio igiene per verificare la salubrità degli ambienti. Ma l’attività dei militari non si è fermata qui e alle 22 di ieri, lungo la passeggiata pedonale del lungomare Di Vittorio, una pattuglia ha sorpreso un cittadino straniero con un banco di vendita improvvisato con circa 100 cinture in pelle, 40 portachiavi e numerose collane di bigiotteria non contraffatte. L’uomo si è dato alla fuga.
Infine questa mattina circa 20 militari hanno presidiato l’arenile tra i bagni 100 e 127.
Complessivamente nel fine settimana i Carabinieri hanno sequestrato circa 2.000 pezzi di oggetti, se venduti, potevano fruttare oltre 20.000 euro. Nei prossimi giorni il materiale sequestrato, previa campionatura, verrà avviato alla distruzione.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna