16 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

La green economy dell’Arboreto Cicchetti. Il bilancio di un anno

Riccione

12 giugno 2012, 18:32

L’ex vivaio in viale Ceccarini alta a Riccione, vicino all’ospedale, è l’anima verde della città. Da un anno, l’arboreto Cicchetti è un distretto dell’economia solidale.

“E’ passato poco più di un anno dall’apertura dell’Arboreto Cicchetti – ha ricordato il Sindaco Massimo Pironi – e come era nei nostri intendimenti questo luogo sta diventando un punto di riferimento per la città. Un riferimento per un’idea di economia solidale, che sia anche un luogo di cultura in cui si fa spazio un modo diverso di concepire il consumo, la crescita economica e la stessa idea di sviluppo. Questa è l’anima verde di Riccione, e vogliamo che diventi sempre più il luogo di riferimento della green economy e di un nuovo standard nella qualità della vita della città.”
“Siamo partiti con due obiettivi – ha aggiunto l’Assessore all’ambiente Enrico Ghini – l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate e la valorizzazione dell’Arboreto come centro aggregativo e culturale. Se questo è il primo anno di attività possiamo dirci molto soddisfatti”.
“Il mercatino dei prodotti agricoli è addirittura esploso – sottolinea l’Assessore alle attività economiche Lanfranco Francolini – c’è la fila alle bancarelle fino alle dieci del mattino. Ce l’aspettavamo, perché siamo in pieno centro. Ma non fino a questo punto. I prodotti sono freschissimi, mai stati in frigorifero, solo frutta e verdura di stagione. Così si dà una risposta sia all’economia dei piccoli produttori agricoli locali sia all’esigenza dei consumatori di avere prodotti agricoli coltivati nei comuni vicini e a costi controllati”.

“L’esperienza maturata durante l’anno 2011 presso l’Arboreto Cicchetti – sostengono nella loro relazione i responsabili del Consorzio Sociale Romagnolo, a cui l’Amministrazione comunale ha affidato in convenzione la gestione dell’Arboreto – concretizza l’idea progettuale alla base dello sviluppo dell’Arboreto stesso: individuare proprio nell’ex vivaio il luogo dove materializzare un nuovo modello economico, ossia un distretto dell’economia solidale. Il progetto dell’Arboreto infatti, elaborato dal Consorzio Sociale Romagnolo e dalle cooperative sociali socie Cento Fiori, Pacha Mama, Artigianate, e con la collaborazione della cooperativa sociale Il Millepiedi, in partecipazione con il Comune di Riccione ha avuto fin dal principio l’obiettivo di avvicinare le istituzioni e i cittadini alle associazioni che propongono modi alternativi di produzione, consumo, risparmio e lavoro. Ognuna delle cooperative coinvolte nel progetto ha portato avanti nel corso del 2011 iniziative ed attività inerenti il proprio raggio d’azione, ma anche iniziative comuni.
Serra florovivaistica (cooperativa Cento Fiori): ha offerto un ampio assortimento di piante da appartamento e da esterno, il necessario per la cura e il mantenimento del verde. Nel mese di dicembre si è tenuta la mostra di bonsai con la collaborazione del talento europeo di bonsai Gianfranco Rossi e Crespi Bonsai.
Bar/Ristorante Sicomoro (cooperativa Cento Fiori): sono stati valorizzati sin dall’apertura i prodotti del territorio inserendoli nel menù del ristorante ed organizzando cene a tema e iniziative in collaborazione con gli Enti Locali e Famija Arciunesa, Associazione Culturale Cantiere Tanguero, Condotta Malatestiana Sloow Food Rimini, Comitato Riccione Paese.
Bottega del Mondo (cooperativa Pacha Mama): il punto vendita è stato allestito con prodotti alimentari e di artigianato provenienti da certificati circuiti di commercio equo e solidale. Accanto alle attività consuete della cooperativa, presso l’Arboreto sono stati realizzati anche momenti di aggregazione, formazione specifica, laboratori con le scuole e attività rivolte a bambini e famiglie.
Punto vendita e laboratorio di stampa su tela (cooperativa Artigianate): la cooperativa, che si occupa di stampa tradizionale romagnola su tela, ha spostato la sua sede all’interno dell’Arboreto Cicchetti. Durante i mesi estivi sono stati realizzati corsi di stampa tradizionale romagnola per adulti e bambini. Inoltre sono stati accolti gruppi di studenti in visita e si è partecipato a progetti didattici insieme alla cooperativa Il Millepiedi.
Planetario Galielo Galilei (cooperativa Il Millepiedi): sono state organizzate varie iniziative ed attività rivolte alla cittadinanza e a famiglie, bambini, scuole, centri estivi, anziani, albergatori. All’interno dello spazio gestito dalla cooperativa è stato allestito un labo-museo con materiale di recupero-riciclaggio-riuso. Sono state realizzate mostre sui temi relativi al planetario, compleanni su prenotazione. I visitatori per l’anno 2011 sono stati 1221 di cui gratuiti 413 e paganti 808. I gruppi organizzati che nel 2011 hanno visitato il planetario sono stati i seguenti: tre centri estivi esterni alla cooperativa; dieci centri estivi della Cooperativa Il Millepiedi; sette compleanni; un gruppo Auser; due gruppi
educativi territoriali; una scuola primaria. Grazie alle attività portate avanti dalle Cooperative è stato possibile impiegare personale proveniente dall’area dello svantaggio sociale sia nella formula della borsa lavoro, che del tirocinio formativo e con assunzioni a tempo determinato e in alcuni casi anche indeterminato. Questo rappresenta sicuramente una importante opportunità personale e lavorativa per le persone coinvolte ed un punto di forza dell’impegno sul territorio da parte della gestione sociale e partecipata di un luogo da condividere sempre più con la cittadinanza.
I progetti per i prossimi mesi
E’ in programma per i mesi estivi l’apertura serale del Ristorante Sicomoro, l’apertura diurna, e in caso di eventi anche serale, delle botteghe delle Cooperative Pacha Mama ed Artigianate, l’apertura serale settimanale (venerdì) del Planetario Galileo Galieli ed il consueto appuntamento del martedì mattina con il mercato agroalimentare di prodotti a km zero.
Inoltre dalla fine di giugno avranno inizio ulteriori eventi quali: appuntamento fisso del giovedì sera con Concerti a km zero; proiezioni speciali del Planetario in occasione della Notte Rosa e della Notte di San Lorenzo; serate di approfondimento con il Gruppo Astrofili Dopo Lavoro Ferroviario; collaborazioni in via di definizione con Associazione Culturale Cantiere Tanguero, Associazione Manitese e Associazione Akap – Karibuni di Rimini ed ulteriori eventi legati a musica e teatro.
Per il periodo invernale sono in cantiere attività educative rivolte ai giovani del territorio in collaborazione con il Comune di Riccione. Inoltre verrà attivato nel mese di Ottobre un Corso base di Astronomia presso la sede del Planetario Galileo Galilei a cura della Cooperativa Il Millepiedi in collaborazione con il Gruppo Astrofili Dopo Lavoro Ferroviario di Rimini. Le Cooperative proseguiranno durante l’inverno il lavoro di laboratorio con le scuole di diverso ordine e grado del territorio, già avviato nel 2011.

(nella foto un momento della conferenza stampa di oggi all’Arboreto Cicchetti)

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454