sabato 16 febbraio 2019
di    
lettura: 1 minuto
dom 27 mag 2012 23:07 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Una 22enne lettone era tenuta in casa a 50 euro a settimana per lavorare in nero come collaboratrice domestica e all’occorrenza come barista. La ragazza era stata ospitata in Italia dalla 52enne, socia di un bar di San Clemente, che aveva già ricevuto una prima segnalazione ai Carabinieri per lo sfruttamento della sua ospite. Al che aveva preteso che la ragazza firmasse un contratto retrodatato. Al rifiuto, le aveva sequestrato beni personali e documenti.
La lettone si è allora rivolta ai Carabinieri, che si sono presentati ieri a un incontro tra le due donne arrestando la 52enne.

Altre notizie
di Redazione
di Lamberto Abbati
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna