lunedì 24 giugno 2019
menu
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 10 ott 2011 15:53 ~ ultimo agg. 3 nov 15:31
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

E’ stata inaugurata questa mattina la Casa Arcobaleno, struttura d’accoglienza per bisognosi ricavata dalla ristrutturazione della ex scuola di Spadarolo.

L’edificio era stato ceduto dal comune di Rimini in comodato gratuito alla cooperativa sociale Cento Fiori a fronte dell’impegno ad utilizzarlo come alloggio temporaneo per persone bisognose. Ai costi ha contribuito per il 35% anche la Regione.

La nota stampa

E’ stata inaugurata questa mattina al termine dei lavori di ristrutturazione l’ex scuola di Spadarolo, ceduta dal Comune di Rimini in comodato gratuito alla cooperativa sociale riminese Cento Fiori per farne un centro d’alloggio temporaneo per persone bisognose.

Il taglio del nastro della nuova struttura d’accoglienza, che ha visto presenti alla cerimonia sia il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi che il vicesindaco con delega alla protezione sociale Gloria Lisi, è frutto dell’accordo sottoscritto tra Comune e Cento Fiori per la cessione in comodato gratuito della struttura comunale a fronte dell’impegno della Cento Fiori di ristrutturare a proprie spese l’immobile comunale dismesso per utilizzarlo come struttura d’accoglienza utile a dare una risposta immediata a coloro che si trovano in condizioni d’emergenza o in condizioni di povertà.

“Abbiamo voluto sottolineare con la nostra presenza – sia mia che del Sindaco – l’importanza e l’attenzione che i bisogni delle persone più fragili e indifese hanno per la nostra Amministrazione – ha detto l’assessore Gloria Lisi”.

“Una “politica del fare”, dell’essere vicino, fianco a fianco, ai soggetti della società civile che quotidianamente sono impegnati in prima persona nel dar risposta ai bisogni dei più deboli. Una “politica del fare” che ci piace mille volte di più delle polemiche e dichiarazioni gridate, in alcuni casi anche strumentali e gratuite.”

“Casa Arcobaleno – ha aggiunto Monica Ciavatta, presidente della Cooperativa – è un progetto nato alcuni anni fa attraverso il quale la cooperativa Cento Fiori vuole dare un alloggio temporaneo a persone che si trovano in difficoltà, persone che saranno seguite nei loro percorsi da educatori professionali”.

Ai costi di ristrutturazione ha partecipato, con un proprio contributo pari al 35% delle spese, anche la Regione Emilia – Romagna, presente oggi all’inaugurazione con il consigliere Roberto Piva.

(nella foto l’inaugurazione della struttura)

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
di Andrea Polazzi
Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna