venerdì 22 febbraio 2019
In foto: La deputata riminese Elisa Marchioni del PD, come annunciato nei giorni scorsi, ha depositato in Commissione l'interrogazione al Ministro Maroni sui tagli ai rinforzi estivi per le forze dell'ordine a Rimini.
di    
lettura: 2 minuti
lun 4 lug 2011 07:56 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

La Marchioni chiede “Quali urgenti iniziative intende adottare il Ministro per mantenere le promesse che questo governo ha ampiamente e largamente profuso sin dall’inizio della legislatura, di garantire la sicurezza di tutti i cittadini; e se questa promessa non passi anche dal riportare urgentemente il contingente di polizia, nei mesi estivi a Rimini, almeno ai numeri dell’anno 2010».
La Marchioni ricorda al ministro Maroni che «lo scorso anno sono arrivati a Rimini 123 poliziotti. Per compensare i pochi aggregati del 2010 (negli anni precedenti arrivavano non meno di 150 poliziotti), il Ministro della Difesa, aveva confermato l’impiego dell’esercito la cui utilità si è rivelata scarsamente rilevante, dal momento che i militari non hanno preparazione specifica, né qualifica adeguata, tant’è che debbono avere sempre vicino un poliziotto. Quest’anno il Questore ha annunciato che i poliziotti che giungeranno a Rimini come rinforzo saranno solamente 80 (43 in meno dell’anno scorso), mentre saranno solo 8 per la Polizia stradale, 10 per la polizia ferroviaria e zero per la polizia di frontiera, numeri assolutamente insufficienti per fra fronte alle esigenze di sicurezza dei cittadini e dei turisti».
Il ministero dell’Interno «ha però imposto ugualmente l’apertura dei posti estivi di polizia di Riccione e Bellaria anche se non saranno in grado di essere funzionali e tanto meno operativi ; basti pensare che il solo Posto estivo di Riccione poteva contare su 55/60 unità mentre quest’anno ne avrà solamente 4 o 5. Sarà solo un’ immagine di facciata».
Critiche anche al periodo limitato dei rinforzi, solo luglio e agosto, che «consente una operatività ridotta, mentre sarebbe auspicabile un allungamento a partire dal mese di maggio», giudicato «un inserimento più efficace e una operatività piena».
E ancora il disagio «dei poliziotti per le condizioni di lavoro che non consentono di svolgere serenamente e in modo pienamente efficace il proprio compito» più volte segnalato dai sindacati di categoria, come il SIAP lo scorso 23 giugno.

Altre notizie
di Redazione
VIDEO
di Redazione
VIDEO
Notizie correlate
di Redazione
di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna