mercoledì 19 dicembre 2018
In foto: La squadra riminese ha sfiorato il podio piazzandosi al quinto posto a cinque secondi dalla vittoria con Roberto Tamburini. Luca Marconi è arrivato quattordicesimo dopo una grande rimonta.
di    
lettura: 2 minuti
mar 12 lug 2011 09:52 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Roberto Tamburini, in una nota ufficiale, ha detto: “Sono felice ma nello stesso tempo un po’ dispiaciuto perché se non avessi fatto un sorpasso mentre era esposta la bandiera gialla e non avessi ricevuto una penalità avrei lottato fino all’ultima curva per salire sul podio e forse perfino per vincere. Purtroppo in qualifica non sono riuscito ad esprimermi al meglio ed ho stabilito in nono tempo nonostante la mia moto fosse la più veloce in assoluto. In gara ho fatto una bella partenza e sono rimasto incollato al gruppo dei primissimi fino al momento della penalizzazione. E’ stata la gara più bella che abbia mai fatto nel mondiale. La Yamaha R6 è una moto fantastica e il Bike Service è una squadra straordinaria. Ringrazio il manager Stefano Morri, i meccanici, i collaboratori …. Il team ha sempre creduto in me anche nei momenti difficili e se sono qui a lottare per le prime posizioni del Mondiale lo devo al Bike Service. Ora cercherò di confermarmi ad ali livelli e di migliorare ancora”.

Luca Marconi “A Brno è andato tutto bene. Il team ha lavorato al meglio sistemandomi la moto in modo perfetto tanto che sono riuscito ad essere veloce già nel warm-up. In gara c’erano 37 piloti, partivo un po’ indietro ed ho perso un po’ di posizioni al primo giro ma poi ho rimontato. Ho girato su dei buoni tempi ed ho conquistato un piazzamento prestigioso, il migliore che abbia mai ottenuto nel mondiale. Peccato che la gara sia stata interrotta prima altrimenti probabilmente avrei sorpassato Toth perché gli ero veramente vicino. Purtroppo in qualifica non sono riuscito ad esprimermi come avrei voluto: sul giro secco non sono ancora al top ma sto migliorando e questo mi fa ben sperare per il futuro. Ringrazio di cuore tutta la squadra e quanti credono in me”.