venerdì 14 dicembre 2018
In foto: Si è spento ieri, a causa di un improvviso malore, Amedeo Montemaggi, cultore di storia riminese, in particolare della Seconda Guerra Mondiale; fu lui ad aprire la pagina riminese del Resto del Carlino.
di    
lettura: 2 minuti
lun 11 lug 2011 10:24 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min 40
Print Friendly, PDF & Email

Montemaggi, che aveva 88 anni, è stato autore di numerosi studi e pubblicazioni.

La Provincia di Rimini ha subito trasmesso un messaggio di cordoglio:

L’Amministrazione provinciale di Rimini esprime il suo cordoglio per la scomparsa di Amedeo Montemaggi, insegnante, giornalista, studioso ed intellettuale poliedrico che ha contribuito sensibilmente alla promozione della conoscenza storica del territorio riminese. Educatore amato ed apprezzato, ha portato avanti sino all’ultimo la passione per il giornalismo, sia come responsabile di redazione che da puntuale collaboratore, rafforzando in ogni momento con i suoi interventi il radicamento territoriale. Da storico informato e entusiasta ha associato in maniera indelebile il suo nome a quello della strategica “Battaglia della Linea Gotica” di cui è stato uno dei maggiori esperti, riconosciuto in sede internazionale per le pubblicazioni e i tanti eventi rievocativi. La sua grande preparazione professionale, la passione per la ricerca e lo studio, l’amore per la propria comunità hanno sempre contraddistinto il lavoro e la vita di Amedeo Montemaggi. A lui va il ringraziamento istituzionale per il grande lavoro di conoscenza ed il prestigio internazionale che ha donato a tutta la comunità riminese. La Provincia di Rimini è vicina al dolore della famiglia Montemaggi.
__________________________________________________

Il cordoglio dell’Amministrazione Comunale

“L’Amministrazione comunale di Rimini si associa al dolore della moglie Edda e dei figli per la scomparsa dello storico riminese Amedeo Montemaggi.
Domenica ci ha lasciato improvvisamente all’età di 88 anni Amedeo Montemaggi, giornalista, grande studioso e autore di numerose pubblicazioni legate alle vicende della II Guerra mondiale e, in particolare, al passaggio della Linea gotica.
Scompare un grande riminese. In tanti anni di studi e ricerche – lo ricorda il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi – ha ricostruito minuziosamente le drammatiche vicende del passaggio del fronte grazie al contributo prezioso, che riportava nei propri libri, di tantissimi militari, inglesi tedeschi, canadesi, nepalesi, neozelandesi, che avevano combattuto nelle nostre terre e che aveva personalmente conosciuto e intervistato. Un immane lavoro di ricerca e studio che lo hanno reso conosciuto e apprezzato anche all’estero, dove spesso si è recato, invitato da storici ed esperti militari di vari paesi.
Se oggi Rimini, la nostra città, ha un patrimonio identitario fondato sui fatti tremendi e forti della II Guerra mondiale lo si deve anche e molto al lavoro appassionato, infaticabile e preciso di Amedeo Montemaggi. Ricordo le sue chiacchierate, le vere e proprie lezioni all’aperto sulle nostre colline di Montecieco dove, indicando luoghi, nomi, avvenimenti, ci faceva capire che straordinario e tragico corso aveva preso la storia scolpendo fatti indelebili sulla nostra terra. Era affascinante sentirlo descrivere fatti che avevano caratterizzato quella che lui amava definire la Battaglia di Rimini, tra i più cruenti eventi bellici accaduti in territorio italiano nella II Guerra mondiale.
Proprio pochi giorni fa l’ho incontrato velocemente in Comune. Era venuto per promuovere, ancora una volta con quell’entusiasmo che lo contraddistingueva, un incontro per sviluppare una nuova iniziativa per il prossimo anniversario della Liberazione della Città, il 21 settembre.
Ci mancherà, ci mancherà il suo amore e la sua passione per Rimini che, attraverso i suoi tanti e preziosi lavori, sono sicuro resterà patrimonio indelebile anche per le generazioni future.”
Andrea Gnassi
Sindaco di Rimini
__________________________________________________

(foto Roberto Masi)

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna