mercoledì 19 dicembre 2018
In foto: Nonostante un piccolo inconveniente tecnico registrato all’inizio della seconda sessione, che ha limitato il numero di giri a disposizione, il pilota del Team JiR con la sua MotoBI è riuscito a centrare un bel risultato che premia il lavoro di messa a punto sin qui fatto dai tecnici capitanati da Pietro Caprara.
di    
lettura: 2 minuti
sab 2 lug 2011 08:32 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Nelle prove libere Alex De Angelis ha iniziato subito col piede giusto, centrando il 3° tempo sia nella sessione mattutina che in quella del pomeriggio, con un miglior tempo globale di 1’53.471 -si legge nel sito ufficiale-.

Sicuramente c’è ancora margine di miglioramento e le sessioni di oggo si preannunciano molto interessanti, visti anche gli esigui distacchi che separano i piloti in classifica, tutti aggressivi e determinati per un buon risultato.

Gianluca Montiron – JiR Team Principal
“Indubbiamente tutto il Team, me per primo, sente molto forte l’emozione di correre al Mugello. Questo GP in particolare è per noi importante oltre che per il risultato sportivo per regalare ai nostri partner una tre giorni di divertimento e coinvolgimento, grazie alle iniziative che abbiamo avviato. La straordinaria partecipazione di pubblico è un elemento portante del week end, che regala loro la magia a cui noi addetti ai lavori siamo soliti.
Alex oggi ha fatto registrare dei buoni tempi, sicuramente è molto carico per il fatto di correre in Italia e di sentire i suoi fans vicini, elementi che possono fare da ulteriore sprone per ambire a risultati di rilievo. C’è ancora una giornata di prove prima della gara e tutto il team si adopererà per mettergli la miglior MotoBI possibile tra le mani.”

Alex De Angelis – Pilota
“Per ora il week end è iniziato bene, abbiamo trovato un bel set up sin dalla mattina e abbiamo progressivamente migliorato le prestazioni.
Purtroppo una piccola noia elettronica a inizio della seconda sessione ci ha rubato una decina di minuti, ma una volta entrato in pista sono riuscito a spingere bene e a risultare competitivo. Nel secondo turno abbiamo anche provato a fare alcune variazioni che hanno dato buoni risultati e abbiamo testato delle gomme usate per iniziare a valutare il passo di gara, aspetto che approfondiremo domani. Chiaramente anche gli altri piloti sono qui per fare bene e lavoreranno sodo per migliorare quindi non ci sediamo sugli allori, analizzeremo bene i dati per trovare quei due o tre interventi da testare domani per provare ad essere ancora più veloci.”