mercoledì 20 febbraio 2019
In foto: Questa mattina, all'inaugurazione della nuova sezione operativa dell'Agenzia delle Dogane, il presidente di Aeradria ha parlato anche della fusione degli aeroporti di Rimini e Forlì: "Sarà possibile solo con una chiara divisione dei ruoli".
di    
lettura: 1 minuto
gio 14 lug 2011 15:51 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Interpellato da Icaro Tv sul protocollo preliminare alla nascita della Società romagnola degli Aeroporti, Massimo Masini ha messo in chiaro passaggi e condizioni.

“Il protocollo ha una prima parte attuativa immediata – ha spiegato Masini – che prevede che, appena nascerà, la holding intervenga a Forlì per il ripristino del capitale sociale minimo di Seaf e a Rimini per l’aumento del capitale di Aeradria approvato a maggio.

Poi entro settembre lo Studio Schema di Rimini e lo Studio Zavatta di Forlì dovranno pianificare in che misura la nuova holding potrà anche gestire insieme i due aeroporti.

Confermo – ha concluso Masini – che sarà possibile solo se ci sarà una chiara divisione ruoli, per evitare doppioni sul territorio che sarebbero solo costosi”.

(Newsrimini.it)

Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna