domenica 16 dicembre 2018
In foto: Ieri pomeriggio a Parma, i Carabinieri di Riccione hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare del 27 giugno del G.I.P. del Tribunale di Rimini, arrestando per rapina aggravata un pregiudicato leccese del 1967:
di    
lettura: 1 minuto
mer 6 lug 2011 16:55 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

I Carabinieri, a conclusione di un’attività investigativa avviata a seguito della rapina del 3 febbraio a Cattolica alla Banca Popolare dell’Emilia, sono riusciti ad identificare il responsabile grazie alle testimonianze raccolte e delle immagini registrate dal sistema video dell’istituto di credito.
I militari hanno accertato che il rapinatore, approfittando di un permesso premio concessogli dal 24 al 27 dicembre scorsi, era evaso dalla Casa Circondariale Taranto, dove si trovava recluso per espiazione di varie condanne con fine pena il 17 luglio 2017, rendendosi protagonista sia della rapina di Cattolica, che di altre analoghe rapine in danno di banche di Emilia Romagna, Puglia e Marche.
Il G.I.P. del Tribunale di Rimini, su richiesta della locale Procura, ha emesso il provvedimento restrittivo notificato al leccese presso la Casa Circondariale di Parma, luogo di sua temporanea reclusione.

(nella foto, il carcere di Parma)

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna