martedì 11 dicembre 2018
In foto: Cambia la sede, non lo spirito. Parte questa sera il tradizionale appuntamento con "La festa è mia", che quest'anno dai Portici delle Celle si trasferisce al Centro Giovani Rimini 5 di Santa Giustina:
di    
lettura: 2 minuti
gio 7 lug 2011 08:23 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min 25
Print Friendly, PDF & Email

Anche quest’anno in programma animazioni, laboratori, spettacoli e merende per i più piccoli, racconti di antichi mestieri con gli artigiani della CNA e tavoli della solidarietà. La festa è promossa dalla Banca del Tempo di Rimini e dal Centro Giovani Rimini 5, con il patrocinio del Comune e il sostegno di CNA.

Spiega Leonina Grossi, coordinatrice della Banca del Tempo di Rimini: “Una iniziativa silenziosa, che parla del passato per preparare le giovani generazioni ad un migliore futuro, che riscopre i vecchi mestieri e le tradizioni, che costituisce un appuntamento molto atteso dai riminesi e che attira anche i turisti : nonni, genitori e bambini”.

L’iniziativa si articola in differenti momenti e vede la presenza, ogni sera diversa, di:

Laboratori all’aria aperta per:

Giocare con la fotografia
Lavorare con la pasta del pane
Lavorare con l’argilla
Lavorare con i colori
Sfide e tornei di scacchi
Lavorare con la cartapesta

L’angolo delle fole, del racconto del tempo che fu e degli antichi mestieri:

laboratori di racconti del tempo dei nonni in cui i vissuti e le passate esperienze, in ambiente adatto, vengono raccontati a mo’ di fole
la presenza degli artigiani di CNA che raccontano e “dimostrano” vecchi e nuovi mestieri in spazi appropriati e ben segnalati rispetto agli altri.
Alla fine della dimostrazione degli artigiani verrà offerta pane o ciambella con nutella ai presenti.

L’angolo dell’animazione con giovani e genitori che giocano e coinvolgono i bambini

I tavoli della solidarietà: tavoli disseminati in tutto il percorso della festa nei quali le Cooperative Sociali (la Romagnola, la Locomotiva….) ed anche la Banca del Tempo di Rimini, vendono oggettistica per lo più di provenienza dalle botteghe artigiane o gentilmente offerte, nello spirito della massima collaborazione, da ENAIP, attraverso i centri di formazione per i diversamente abili (fiori di carta, borsette di tessuto, oggettistica in smidollino, ceramiche, manufatti di legno). IL ricavato viene devoluto in beneficenza a: AIL di Rimini (Associazione Italiana contro le Leucemie), a sostegno della ricerca e della presenza di un medico specialista in materia presso il nostro ospedale; a sostegno della casa di accoglienza per i bambini di strada in Colombia costruita dalla Banca del Tempo, con il sostegno della Provincia di Rimini, località Cauca (costruita attraverso i fondi scaturiti negli anni dal mercatino della solidarietà di questa iniziativa; Progetto Ebano E Avorio, per la costruzione di una casa di accoglienza per bambini di strada in Uganda, dove la Banca del Tempo ha già la disponibilità di quattro acri di terreno.
Nel percorso dell’iniziativa saranno presenti anche:
operatori dell’Associazione italiana Shiatsu che, prestando gratuitamente nell’occasione la loro opera, promuoveranno la salute ed il benessere delle persone.
I pittori dell’Associazione Officina D’A che si produrrà in estemporanee, ritratti e “tentativi di pittura guidata”

Info: 0541/681107

Altre notizie
Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO