lunedì 24 giugno 2019
menu
In foto: Il Comune di Bellaria e il Tribunale di Rimini hanno sottoscritto una convenzione per l'applicazione delle leggi che permettono di ottenere l'espiazione della pena detentiva e pecuniaria prestando attività non retribuita a favore della collettività.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
mar 12 lug 2011 10:01 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

L’opzione è possibile su richiesta del condannato per reati di competenza del Giudice di Pace: tra i reati in questione ci sono la guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di stupefacenti.
Il Comune di Bellaria ha già rilasciato sette dichiarazioni di disponibilità, ai legali che ne hanno fatto richiesta per i propri assistiti, ad accogliere persone che devono svolgere questo tipo di attività.
La convenzione tra il Comune di Bellaria Igea Marina ed il Tribunale di Rimini ha una durata di tre anni e prevede che presso l’Ente siano svolte:
prestazioni di lavoro con finalità di tutela, manutenzione e cura del patrimonio pubblico, compresi parchi ed altre aree di verde pubblico;
altre prestazioni di lavoro di pubblica utilità pertinenti specifiche professionalità presentate dal condannato.
L’attività sarà svolta in conformità con quanto disposto nella sentenza di condanna, in cui il giudice indica il tipo e la durata del lavoro di pubblica utilità.
La firma sulla convenzione è stata posta da parte del Dirigente Affari generali e Servizi del Comune Ivan Cecchini e del Presidente del Tribunale Rossella Talia.

Notizie correlate
Le mille sfumature del giallo

Il Mystfest torna con un omaggio a Pinketts

di Redazione   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna