mercoledì 20 febbraio 2019
In foto: Due ragazze, una russa e una riminese, ricattavano uomini sposati o fidanzati con foto e filmati hard chiedendo denaro in cambio del silenzio. Nel giro d'incontri, ci sarebbero una decina di persone, tra cui noti esponenti del mondo dell'economia riminese
di    
lettura: 1 minuto
gio 9 giu 2011 14:27 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Quando gli hanno chiesto mille euro, il brasiliano di 33 anni, fidanzato con una nota commerciante di San Marino, ha deciso di dire tutto alla polizia. Ha raccontato che era stato a letto con due donne, che lo avevano fotografato e filmato durante il rapporto e che poi gli avevano chiesto soldi per non dire nulla. Per la riminese di 28 anni e la russa di 25 residente a Riccione, era una tecnica ormai collaudata. Andavano avanti da almeno due mesi: nella rete dei loro ricatti sessuali sono finiti almeno altri 10 uomini. Luoghi degli incontri, alberghi o la casa in cui viveva con la russa, con il fidanzato, a Riccione. Con una trappola, martedì pomeriggio, il brasiliano ha dato appuntamento alle due donne nel parcheggio del Trony per la consegna del denaro in cambio del dvd con le foto. Si è presentata l’italiana con questo borsello nero al collo in cui aveva piazzato una telecamera. Probabilmente le due donne avrebbero usato il filmato della consegna per ulteriori ricatti, ma è stato proprio quello ad incastrarle quando è finito in mano agli inquirenti. Il brasiliano, ex collega di lavoro dell’italiana, è il più giovane tra le vittime delle due donne arrestate martedì pomeriggio per estorsione dalla squadra mobile di Rimini. Nelle foto e nei filmati trovati sull’i-phone, sono stati riconosciuti noti imprenditori riminesi e sammarinesi. Qualcuno ha pagato, molto più di mille euro.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi
di Icaro Sport
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna