martedì 11 dicembre 2018
In foto: Continuano ad arrivare, da associazioni e movimenti politici, dichiarazioni sui referendum. L'ANPI chiede quattro sì, Rimini Più invita a partecipare, La Destra invita a non ritirare la scheda per il legittimo impedimento.
di    
lettura: 2 minuti
gio 9 giu 2011 16:37 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min 24
Print Friendly, PDF & Email
Reading Time: 2 minutes

Il comunicato dell’ANPI di Rimini:

Pieno sostegno ai referendum: l’Anpi di Rimini aderisce alla campagna referendaria e invita gli iscritti e i simpatizzanti a rinnovare la loro adesione alla democrazia. Recarsi alle urne domenica e lunedì infatti non è solo esercitare un diritto, è sopratutto una chiara manifestazione di volontà del popolo sovrano. I quattro quesiti rimettono nelle mani dei cittadini beni e diritti fondamentali, costituzionalmente tutelati, sui quali si può e si deve dare un segnale forte, facendo raggiungere il quorum necessario e votando, in modo netto e inequivocabile, 4 “sì”, a questioni che riguardano da vicino l’energia, l’ecologia, il benessere, la giustizia, l’uguaglianza, insomma beni e diritti comuni, particolarmente collegati alle persone. L’Anpi di Rimini quindi si appella alle coscienze sociali di tutti: domenica e lunedì alle urne, dunque, per una nuova ventata di libertà, di equità e di giustizia, insomma per una nuova e grandiosa manifestazione di democrazia.
__________________________________________________

Il comunicato di Rimini Più

I prossimi 12 e 13 giugno gli elettori saranno chiamati ad esprimersi su quattro quesiti referendari: la costruzione di centrali nucleari, la natura pubblica dell’acqua (due quesiti), il legittimo impedimento.

La maggior parte dei Referendum vede i principali contendenti, a livello nazionale, battagliare non tanto sul merito, per il SI o per il NO, quanto per promuovere partecipazione o astensionismo, proprio perché è più facile convincere gli elettori a disertare le urne, e perché si vogliono contare fra i contrari anche gli astensionisti sistematici. Vale sempre il principio che chi non partecipa lascia che siano gli altri a decidere per lui.
Per questo Rimini Più invita tutti i riminesi a recarsi alle urne domenica e lunedì e a votare, per esprimere la più esatta possibile rappresentazione della volontà di tutti i cittadini.
__________________________________________________

Il comunicato de La Destra di Rimini:

La Destra, per quanto riguarda i referendum, ha deliberato tre si su quattro.
Sui due quesiti riguardanti l’acqua e quello sul nucleare, chi vorrà seguire l’indicazione del Partito dovrà tracciare una croce sul sì. E’ nota la nostra posizione in tema di acqua pubblica, sostenuta in particolare da Gioventù italiana, così come sul nucleare riteniamo necessario evitare di compromettere salute e sicurezza.
Sul quesito riguardante il legittimo impedimento, l’invito è a non ritirare la scheda. Crediamo sia il Parlamento a dover risolvere questa annosa questione riguardante i rapporti tra politica e giustizia. Non se ne può francamente più ed è ora che chi di dovere si assuma le sue responsabilità e decida una volta per tutte senza chiedere soccorso ai cittadini.

Altre notizie
di Redazione
VIDEO
Notizie correlate
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO