lunedì 17 dicembre 2018
In foto: Esiste solo il certificato della Tac effettuata ma, della lastra del 2006 di Djily Niang il 32 enne senegalese che il 7 agosto del 2008 dice di essere stato picchiato in via Mantova da alcuni vigili della polizia municipale di Rimini, non c'è più traccia. Oggi in tribunale a Rimini si è svolta un'altra udienza del processo che vede alla sbarra per calunnia e falso ideologico otto vigili.
di    
lettura: 1 minuto
mer 22 giu 2011 19:13 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Uno dei quali accusato anche di lesioni gravi per aver causato allo straniero la perdita dei due denti incisivi con un pugno.
Il senegalese ha detto di aver perso il referto medico e l’ospedale ha detto di averla sovrascritta.
L’avvocato Ghinelli, baserà la sua difesa sul fatto che la tac fosse stata fatta per una sinusite e, quindi, non fotografa i denti.
Inoltre l’avvocato ha portato in aula una fotografia del senegalese ad un convegno del 2007 in cui si vedrebbero distintamente tutti i denti. Compresi gli incisivi. Il gip ha disposto la perizia di un medico legale. Il 6 luglio ci sarà la prossima udienza.

Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna