venerdì 14 dicembre 2018
In foto: "Riconosciamo l'autonomia decisionale del Sindaco, ma riconosciamo ai partiti un ruolo fondamentale per la formazione della classe dirigente." A scriverlo è Savio Galvani, consigliere comunale della Federazione della Sinistra, a commento della nuova Giunta riminese.
di    
lettura: 1 minuto
gio 16 giu 2011 16:37 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 14
Print Friendly, PDF & Email

La nota di Savio Galvani, FdS

Come FDS abbiamo condiviso i criteri adottati dal Sindaco per la formazione della nuova Giunta, riteniamo che la scelta definitiva si sia rivelata coraggiosa e comunque in linea con quell’orientamento. Siamo anche consapevoli che la continuità per gestire la transizione al PSC fosse un passaggio obbligato; L’Assessore Biagini ci sembra comunque molto impegnato dall’accorpamento di deleghe che gli sono state affidate, pertanto, riteniamo che la Polizia Municipale abbia trovato una migliore collocazione. Riteniamo sia importante riconoscere la competenza specifica dei nuovi Assessori e valorizzare il loro impegno sociale. Per quanto riguarda Sara Visintin, ci sembra opportuno precisare che la stessa è stata indicata dal partito, insieme ad altre tre possibili candidate a ricoprire quel ruolo, con altre specifiche capacità. In quanto alla funzione esercitata per il comitato dell’acqua ci sembra doveroso precisare che la FDS è, insieme a molte altre associazioni, tra i promotori dei referendum e per realizzare questo importante obiettivo abbiamo messo a disposizione tutte le nostre migliori risorse umane e non abbiamo lesinato nell’impegnare importanti risorse economiche. Ovviamente siamo orgogliosi dei risultati conseguiti, senza dimenticare che senza l’apporto di tutti non sarebbe stato possibile realizzarlo, Siamo quindi molto contenti che questo ruolo sia stato riconosciuto dal Sindaco e le note polemiche che sono seguite appaiono assolutamente pretestuose. Questa precisazione ci sembra doverosa perché, da parte nostra, non c’è alcuna intenzione di abdicare al ruolo che i partiti hanno nella nostra democrazia delegata. Da parte nostra riconosciamo l’autonomia decisionale del Sindaco, ma riconosciamo ai partiti un ruolo fondamentale per la formazione della classe dirigente e per il controllo sociale dal basso, senza il quale la personalizzazione della politica avrebbe il sopravvento. Con gli affetti che hai noi, abbiamo già dovuto sperimentare.

Altre notizie
di Redazione
FOTO
di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
IEG, dimissioni eccellenti

IEG, Matteo Marzotto si dimette

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO