giovedì 13 dicembre 2018
In foto: Il Tribunale riminese vive in costante emergenza e la questione sarà portata all’attenzione del Presidente della Commissione della geografia giudiziaria dell’Organismo Unitario dell'Avvocatura nella riunione del 23 giugno a Napoli.
di    
lettura: 1 minuto
mer 8 giu 2011 16:26 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 8
Print Friendly, PDF & Email

A comunicarlo è il delegato riminese dell’OUA. Marzio Pecci, che annuncia anche una serie di incontri con i parlamentari locali e con le istituzioni. La pianta organica del tribunale di Rimini prevede 68 unità di personale amministrativo ma quelle in servizio sono solo 56 che si riducono a 50 con part-time, assenze, riposi e permessi. Ancora più deficitaria la situazione dei magistrati: delle 39 unità previste in pianta organica ce ne sono attive solo 24. Si tratta di numeri, spiega Pecci, che impediscono al tribunale di sperimentare in modo completo il processo telematico e di “fornire” giustizia in tempi equi. Secondo il delegato dell’Oua in prima istanza sarà necessario coprire i posti vacanti e poi rimodulare l’organico tenendo conto non solo dei residenti ma anche dei flussi turistici.

“Data la grave situazione – scrive Pecci – è opportuno che la politica riminese si faccia carico del problema e si attivi, con autorevolezza, presso gli organismi politici ed istituzionali, finanche la Presidenza della Repubblica quale Presidente del CSM, per risolvere il grave problema che investe il Palazzo di Giustizia di Rimini.”

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
di Redazione
Notizie correlate
di Simona Mulazzani
di Andrea Polazzi
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO