domenica 16 dicembre 2018
In foto: Per la prima volta nella sua storia. Domenica sera la festa alla pizzeria "Vecchio Podere" di Camerano.
di    
lettura: 3 minuti
lun 6 giu 2011 18:51 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
3 min
Print Friendly, PDF & Email

Le ragazze al 1° posto alle finali di società disputate a Sasso Marconi con un’incredibile rimonta nelle ultime gare. Grandissimi i ragazzi che partivano dall’ottavo posto di qualificazione e si aggiudicano la quinta piazza con tantissimi primati personali – si legge in una nota della società santarcangiolese -.

Signori, il capolavoro è riuscito. In una giornata fantastica per i colori della nostra società, riusciamo a conquistare il titolo regionale nella categoria ragazze. Il miglior risultato era il 3° posto a Castelfranco Emilia nel 2008 con i ragazzi. Incredibile i ragazzi, metà dei quali in “prestito” da altre discipline sportive, conquistano un eccezionale 5° posto.
307 i punti conquistati dalle nostre ragazze, solo 4 punti sullo squadrone del CUS Bologna, 276 Parma Sprint, Pol. Arceto 274, atl. Lugo 273 ecc. Prima dell’ultima gara eravamo 2° con abbastanza distacco da Bologna, ma all’ultima gara, marcia 2 km., il capolavoro delle nostre marciatrici, 1° e 2° al traguardo, ribaltavano la situazione.
Ma chi sono state queste splendide 11 ragazze che si permettono il lusso di mettere in fila gli squadroni più dotati in regione? Di chi è il merito di aver conquistato quei fatidici 4 punti in più dal Cus Bologna?
Anna Marconi che decide negli ultimi giorni di presentarsi al via alla staffetta per aiutare la squadra a conquistarne 12 e togliendosi una soddisfazione che si ricorderà per un bel pezzo? Alle velociste quasi improvvisate Elena Bugli e Anna Vulpinari (momentaneamente in prestito da altre discipline) nei m. 60 con i loro 12 e 5 punti + staffetta? O Il 4° posto con rammarico di Daniela Recchia nell’alto, 1,39 e 27 punti per lei o Giulia Donati, sempre nell’alto, che fa il personale a 1,20 al primo tentativo conquistando ben 12 punti? E che dire della splendida e inaspettata vittoria di quello scricciolo di Caterina Menghi al primo tentativo del salto in lungo dove vola, vola, vola e sembra che non atterri più, stabilendo il suo personale con 4,21 metri e in più ottenendo un bel 12° posto nei m.1000 con 3’33″98? E i ben 16 punti di Miriam Scalabrin al personale eguagliato con m. 3,65 nel lungo, dove ha contribuito anche nella staffetta nonostante un periodo di infortuni? O sono stati i lanci di Sofia Ravegnini 12° con 8,63 nel peso e 13° nel vortex con m. 32,90 portando ben 41 punti? E che dire di Ilaria Grassi 5° nel vortex con il personale di 38,53 e 6° nei m. 1000 con 3’27″72 portando un gran bottino di punti? Forse quella ragazza scozzese con carattere molto tranquillo e sereno che con una condotta di gara esemplare nei km. 2 di marcia prendendo subito l’iniziativa e imponendosi prepotentementecon 11’27″04 e lanciando precedentemente il peso (in basso) a m. 8,90 giungendo 7°? L’avete capito, parlo di Molly Davey. O che sia stata quella piccolissima e grandissima Aurora Bottazzi che con una gara splendida nei 2 km. di marcia dove giunge 2° con uno sprint finale mozzafiato migliorando il personale di oltre 1′ e che ad ogni passaggio dei 5 giri l’incitamento santarcangiolese si faceva sentire coprendo le urla di tutti gli altri spettatori presenti allo stadio gremito? O i bravissimi tecnici Giorgia Lombardini, Ismail El Haissoufi, Patrice Terranova, Andrea Pompa e il sottoscritto che da mesi si prodigano per portare i ragazzi al meglio all’appuntamento più importante della stagione? Ma chissà chi sarà stato a portare quei meravigliosi 4 punti in più, mistero. Non importa! Abbiamo vinto e il merito è di tutti indistintamente.
Incredibile il 5° posto dei ragazzi dopo Lugo, Ravenna, Imola Sacmi e fratellanza Modena, ma davanti a squadroni come Self Atletica Reggio Emilia, Mollificio Modenese e altre 8.
Tutti i ragazzi si sono comportati al massimo delle loro possibilità con tantissimi primati personali.
Cominciamo con i gemelli Nicosia, Federico e Samuele, ultimi a entrare in società. Samuele nei m.1000 ottiene 3’31″89, Federico 9″27 nei m. 60 e staffetta 4×100. Ragazzi molto dotati al 1° anno di categoria, spero che continuino con l’atletica: avranno enormi soddisfazioni.
Elia Lucidi al primato personale nell’alto, 1,25.
Federico Astolfi si migliora sia nell’alto 1,35 che nel peso con m. 11,11, Diego Piraccini nel lungo salta 3,51 e contribuisce nella 4×100.
Alessandro Paro fondamentale nella 4×100, è al 1° anno di categoria.
Filippo Guidi 12’51″30 si migliora notevolmente nei 2km. di marcia.
Riccardo Busetto 4,00 metri nel lungo e 4° posto nel vortex con m. 52,02.
Damian Snow si migliora ancora nei m. 1000 portando il suo personale a 3’25″07, contribuisce anche nella staffetta ed anche lui è al 1° anno di categoria.
Nathan Sapigni, si toglie la soddisfazione di prendere un argento nel vortex, 53,41 e nettamente il suo personale. 8″79 nei m. 60. 1° anno di categoria.
Simone Manfredini, il veterano della squadra, 4° nel peso con il personale di m. 11,55 e gran gara nei 2 km. di marcia marciando in 11’02″32 conquistando il bronzo.
Molti di questi atleti, come detto, provengono da altre discipline, ma spero che abbiano recepito il messaggio che comunica questa sana e sportivissima attività che è l’atletica leggera, sperando di rivederli più spesso nella nostra pista di Santarcangelo, provando a confermare in futuro queste bellissime soddisfazioni.
Domenica sera tutti a festeggiare alla pizzeria “Vecchio Podere” di Camerano.

Notizie correlate
Calcio D girone F

Santarcangelo-Forlì 1-3

di Roberto Bonfantini
Calcio Serie D girone F.

Santarcangelo-Matelica 0-2

di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna