giovedì 13 dicembre 2018
In foto: Parlava al cellulare durante la guida, per questo è stato fermato, sulla SS 16 all'altezza di Fiabilandia. In seguito la polizia stradale ha fatto emergere ben altro. Secondo i documenti – la patente e il passaporto – l'uomo è R.T., 31enne lituano. Ma un controllo più accurato ha dimostrato che i documenti sono falsi.
di    
lettura: 1 minuto
gio 9 giu 2011 13:37 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 27
Print Friendly, PDF & Email

In particolare, la patente è stata contraffatta, mentre il passaporto risulta appartenente ad una persona che ne aveva denunciato il furto (o smarrimento) nel 2005. L’uomo in realtà è V. S., 40enne russo, già arrestato nel 2009 per il possesso di documenti falsi ed espulso dall’Italia. Non se la cava meglio la donna intestataria del veicolo, una Audi, perché ha permesso l’uso dell’auto a persona senza patente. La donna, che dapprima si è presentata come la zia del giovane, ne è in verità la madre, denunciata per favoreggiamento personale e per aver fornito false generalità all’uomo.
Questa mattina il processo per direttissima ha convalidato l’arresto, ma ha anche concesso il nulla osta per l’espulsione.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
IEG, dimissioni eccellenti

IEG, Matteo Marzotto si dimette

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO