mercoledì 20 febbraio 2019
In foto: " Sono assolutamente estraneo ai fatti che mi vengono contestati e sicuro che saprò chiarire fino in fondo la mia posizione". Così Danilo Chiodi commenta la propria iscrizione all'albo degli indagati nell'ambito dell'operazione "Anabolandia" che ieri ha portato all'arresto di 4 persone.
di    
lettura: 1 minuto
gio 9 giu 2011 17:18 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Chiodi, ex preparatore atletico del Rimini Calcio, è accusato di aver sottoposto tre calciatori a trattamenti dopanti in occasione della partita contro l’Ancona per i play out di serie B nella stagione 2008/2009.

Lo dimostrerebbero le intercettazioni delle sue telefonate al medico sportivo Vittorio Bianchi, da ieri agli arresti domiciliari con l’accusa di aver procurato farmaci dopanti a sportivi di tuta Italia.

Anche Emiliano Milone, uno dei tre calciatori sottoposti a trattamento in occasione della partita che poi costò la retrocessione al Rimini, è iscritto all’albo degli indagati.

“Sono sereno e fiducioso nell’operato della magistratura” ci ha detto Chiodi al telefono, in attesa di poter spiegare meglio la propria posizione agli inquirenti.

(Newsrimini)

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna