sabato 15 dicembre 2018
In foto: Sulle concessioni demaniali si riparte dalla legge quadro. Dopo che ieri la Camera ha stralciato il diritto di superficie dal decreto sviluppo, oggi a Roma il ministro Fitto ha incontrato i rappresentanti gli operatori balneari.
di    
lettura: 2 minuti
gio 23 giu 2011 18:36 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min 4
Print Friendly, PDF & Email

Presenti anche il deputato riminese Pizzolante, del PDL, e l’assessore regionale al Turismo Maurizio Melucci.
La priorità ora è quella di chiudere il procedimento conl’Unione Europea per arrivare a una nuova legge che tenga conto delle specificità del settore balneare italiano e delle imprese che vi operano.

La dichiarazione di Marco Mussoni (CNA Balneatori Rimini)

Diversi i commenti arrivati dopo riunione di oggi.

Al termine della riunione, che ha affrontato il problema del mancato rinnovo delle concessioni demaniali marittime, si è stabilito di procedere in tempi rapidi all’archiviazione della procedura di infrazione (a suo tempo avviata dall’Unione Europea) attraverso la legge comunitaria 2010 attualmente all’esame di Montecitorio, a predisporre un disegno di legge quadro specifico per il settore turistico balneare da sottoporre all’approvazione delle camere ed a esperire in sede europea le procedure per far riconoscere l’unicità del nostro sistema balneare (rispetto alle restanti nazioni continentali) fondato principalmente sulle piccole e medie imprese.

Il commento di Mauro Gardenghi della Confartigianato di Rimini:

Dichiarazione di Mauro Gardenghi, Segretario Confartigianato Provincia di Rimini

La Confartigianato di Rimini coglie con soddisfazione il riavvio della concertazione per regolamentare le concessioni demaniali marittime.

Da sempre Oasi Confartigianato, nata a Rimini 18 anni fa e che oggi rappresenta migliaia di operatori balneari di tutte le regioni d’Italia con la caratteristica di essere prevalentemente concessionari di servizi, ha lavorato per questo metodo di confronto.

Un impegno che ha dato risultati tangibili, grazie al fatto di essere rappresentata da un operatore balneare riminese, Giorgio Mussoni, più di tutti impegnato per tutelare gli interessi peculiari della costa riminese.

Oasi Confartigianato è stata sempre presente, protagonista di tutti gli incontri e, a differenza di altre associazioni, talune delle quali spesso si ritrovano a parlare per sentito dire, rappresenta efficacemente e tutela gli interessi delle imprese balneari, a salvaguardia del nostro turismo preminente e della qualità dei servizi che sono offerti.

La dichiarazione della SIB Confcommercio.

“E’ necessario migliorare i rapporti con l’Unione Europea, chiudendo l’infrazione in materia di concessioni turistico-ricreative attraverso la legge comunitaria 2010, attualmente all’esame della Camera dei Deputati, al fine di favorire un confronto sereno e, ci auguriamo, costruttivo in ordine all’uscita della categoria dalla Direttiva Bolkstein che prevede il rinnovo dei titoli mediante l’evidenza pubblica”.
Questa la richiesta che il SIB Sindacato Italiano Balneari – FIPE/Confcommercio e la FIBA Federazione Imprese Balneari – Confesercenti hanno formulato, oggi, nel corso dell’incontro con il Ministro per i Rapporti con le Regioni Raffaele Fitto.
Tale richiesta è stata condivisa dal Ministro, dagli Assessori regionali al Turismo presenti alla riunione e dalle altre Associazioni di categoria, insieme alla opportunità di sfruttare l’incontro tra il Governo italiano e quello comunitario per ottenere anche il riconoscimento nei confronti delle imprese balneari italiane di quelle peculiarità che le rendono uniche in Europa e nel mondo.

(nella foto, il Ministro Fitto)

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna