sabato 15 dicembre 2018
In foto: Il mister biancorosso schiererà in campo la stessa formazione che ha giocato contro il Forlì, con l'unico dubbio di Deluigi.
di    
lettura: 2 minuti
sab 4 giu 2011 12:45 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min 8
Print Friendly, PDF & Email

Anche se il match di domani si disputerà contro il Pomigliano, che dopo la sconfitta rimediata a Saint Christophe è già fuori dai giochi promozione, e per il Rimini sarebbe sufficiente anche soltanto un segno X, mister D’Angelo esordisce subito dicendo “Giocheremo per cercare di vincere la partita. Il Pomigliano mi sembra una squadra tecnica, con centrocampisti bravi, attaccanti bravi, e poi il fatto che abbia fatto molti punti in un girone difficile sta a testimoniare che è una buona squadra. Hanno una buona mezzala sinistra, che fa dei buoni inserimenti, e il loro terzino, Nobile, ha giocato in categorie superiori. E’ una squadra molto esperta, che fatta eccezione per i quattro giovani, gli altri sono tutti giocatori dall’85 in giù. E poi, se mi metto nei loro panni, io farei una partita aggressiva. Poi è chiaro che le nostre motivazioni sono sicuramente maggiori. Noi dobbiamo assolutamente giocarci la qualificazione mercoledì in casa”.

Tra i biancorossi l’unico assente certo è Ragatzu per un problema al tallone, ma si dovranno verificare anche le condizioni di Deluigi, che ha preso un calcio su una caviglia. Il difensore, comunque, partirà con la squadra, e le sue condizioni saranno valutate prima della partita. Escluso Deluigi, quindi, scenderà in campo la stessa formazione che ha giocato contro il Forlì: Pazzini, Palazzi, Vittori, Aquino, Cardinale, Valeriani, Baldazzi, Gasperoni, Buonocunto, Olcese. L’unico dubbio da sciogliere è chi giocherà accanto ad Aquino.

D’Angelo non è preoccupato dall’ambiente “Ho sempre visto le squadra campane, anche quando ci giocavo contro, cambiare molto dalle partite sterne a quelle in casa. Sono squadre che si esaltano a giocare davanti al proprio pubblico. Inoltre,” scherza il mister “non credo che riceveremo un’accoglienza peggiore di quella di Teramo!” Poi prosegue “Domenica scorsa ho visto i tifosi del Pomigliano, sono rumorosi, ma folkloristici e il loro tifo è stato assolutamente corretto. Molte volte si parla delle squadre del sul in maniera sbagliata. Sono certo che sarà una partita di sport senza nessun problema per noi”.

L’unica preoccupazione, guardando alla settimana prossima, è il poco tempo a disposizione per preparare il match contro il Saint Christophe, dal momento che si giocherà mercoledì alle 16, e i biancorossi rientreranno a Rimini soltanto lunedì mattina.

nella foto, Luca D’Angelo

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna